13/06/2024

 Gli esperti del Friuli Venezia Giulia distaccati a Bruxelles sono  un terzo  di tutti gli funzionari nazionali regionali che rappresentano gli  interessi italiani in Europa e il Friuli Venezia Giulia è stata espressamente riconosciuta come un modello per le sue buone pratiche. Lo ha ricordato il governatore regionale Massimiliano Fedriga, presente nella sala titolata al Altiero Spinelli del Parlamento europeo, in occasione della presentazione del rapporto 2022-2023 del Comitato degli esperti nazionali  distaccati (Clenad). Tra le autorità presenti anche la vicepresidente del Parlamento europeo Pina Picierno. Fedriga ha rivolto parole di  apprezzamento per gli esperti regionali in distacco per il loro operato, prezioso e strategico, nell’ottica della piena valorizzazione dei  rapporti tra la Regione e le istituzioni europee con l’obiettivo di innescare ed intercettare le opportunità di finanziamento e di sviluppo  economico del territorio. Il Friuli Venezia Giulia dispone  di un’importante presenza di funzionari (compresi quelli del Comune di  Trieste e dell’Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale)nelle principali istituzioni europee, quali: la Commissione, il  Parlamento europeo e il Comitato europeo delle Regioni, nonché all’interno della rappresentanza permanente d’Italia nell’Unione  europea.  La Regione, dalla scorsa legislatura – ha aggiunto Fedriga – ha avviato una strategia di valorizzazione di questa rete di  esperti, sostenendo anche l’attività del Clenad Italia,  che riunisce gli oltre 220 esperti del nostro Paese distaccati nelle istituzioni  europee.

 La presidenza del Comitato è stata appena   assunta dal Friuli Venezia Giulia con la nomina di Olga Simeon, funzionaria regionale in distacco alla Direzione generale per la concorrenza della Commissione europea.

Share Button

Comments are closed.