25/06/2024

Sempre d’accordo su percorsi di semplificazione e fusione, la Camera di Commercio di Udine ribadisce ancora una volta la sua disponibilità ad andare verso una Camera unica, passando però, come d’accordo anche con le Cciaa di Trieste e Gorizia e confermato anche di fronte alla presidente del Fvg Serracchiani, «per un passaggio intermedio a due Camere – spiega il presidente camerale Giovanni Da Pozzo –, soluzione utile per completare un percorso delicato, che deve necessariamente considerare anche l’impatto sui territorio e occupazionale, questioni tutt’altro che riducibili a facili slogan e che non mi sento affatto di trattare con sufficienza. Proprio i sindacati dovrebbero saperlo meglio di tutti, e come dal recente incontro in Regione con le tre confederazioni, mi auguro che invece si facciano parte attiva per la soluzione delle ricadute sul personale che potranno derivare dalle fusioni». Per Da Pozzo – le cui considerazioni trovano la piena condivisione anche dei colleghi Gianluca Madriz e Antonio Paoletti –, «il modo migliore per non fare le riforme è sperare di cavarsela con qualche dichiarazione di principio. Invece, le due Cciaa sono una riforma possibile. Buttare la palla avanti rischia di vanificare lo sforzo fatto da Trieste e Gorizia e condiviso da Udine. Se si facesse subito il passaggio a due, il sistema camerale sarebbe l’unico tra gli attori istituzionali, parti sociali e associazioni datoriali a essersi autoriformato». E se le Cciaa di Gorizia e Trieste hanno già avviato l’aggregazione «in mondo pronto ed efficace – aggiunge Da Pozzo –, da Udine abbiamo sempre teso la mano per avviare il secondo processo aggregativo in regione, come da due anni almeno proponiamo la fusione delle Fiere, ma sempre trovando la porta chiusa. Ci auguriamo pertanto che anche il sindacato, strutturato in ben tre sigle e in alcuni casi in sei livelli tra i quattro provinciali, l’Alto Friuli e il regionale, non solo sia sempre pronto a sollecitare le altre componenti economiche, ma sia attuatore per sé di quelle semplificazioni che sovente sollecita».

Share Button

Comments are closed.