16/05/2024

La sfida al frico più grande del mondo non poteva che essere lanciata a Friuli Doc. Il classico guanto viene lanciato dagli amici del Gruppo di Sterpo che, domani sera 12 settembre, in Castello, a Udine, a partire dalle ore 19.00, prepareranno 1.200 porzioni (e forse più…) della prelibata ricetta tradizionale friulana a base di formaggio.

Ma in Castello, ci sono anche i volontari del Comitato della sagra della patata di Godia che presentano, in esclusiva per Friuli Doc 2020, la loro focaccia. Una creazione culinaria dello chef stellato (e compaesano) Emanuele Scarello che ha unito le patate udinesi con le altre eccellenze Dop della nostra regione: il formaggio Montasio e il prosciutto di San Daniele.

«Con Emanuele, abbiano iniziato a pensare a questo forte legame cibo-territorio ancora prima del confinamento – spiega Mirko Bortolin, presidente del Comitato -. Poi abbiamo deciso di presentare questa ricetta a Friuli Doc, appena abbiamo avuto la conferma che la manifestazione si sarebbe tenuta».

Ma ancora altre sorprese attendono i golosi che saliranno fino in cima alla salita del Castello dove, sotto l’arco d’ingresso, ad attenderli ci sarà la vigilanza che controllerà la temperatura corporea (che non dovrà essere superiore ai 37,5 °C) e il numero delle presenze (1.200 totali per 700 coperti) e poi la possibilità di degustare, con un panorama impareggiabile: toro allo spiedo, ottime salsicce friulane, 6 specialità di formaggi della Latteria di Lavariano, accompagnati da vini Doc, birre artigianali e distillati del territorio.

E DOMANI IL GIOCO DELL’OCA RIVISITATO SULLA PAVIMENTAZIONE DELLA LOGGIA DEL LIONELLO

Un gioco dell’oca “rivisitato”, sotto la Loggia del Lionello. È la proposta del Gruppo Folcloristico “Stelutis di Udin” (presieduto da Elena Sione), in collaborazione con il Comune, pensato e realizzato in esclusiva e in anteprima per Friuli Doc 2020 allo scopo di promuovere il folclore e le tradizioni friulane in modo alternativo, in un momento dove il distanziamento interpersonale è la regola (che verrà rispettata), e per creare uno spazio per l’allegria e il buonumore seguendo tutte le precauzioni del caso. L’appuntamento, dunque, è fissato per le ore 16.00 di domenica 13, con “Stelutis in zûc”, un gioco coinvolgente e divertente, arricchito con tante curiosità, notizie, momenti musicali e intermezzi vari.

Il gioco, che coinvolgerà il pubblico presente, si svolgerà utilizzando la pavimentazione della Loggia del Lionello come superficie sulla quale verranno appoggiate le caselle numerate del percorso. Si tratta, come detto, di un gioco dell’oca “rivisitato” e strutturato proprio per promuovere le tradizioni friulane (delle quali, oramai, Friuli Doc è parte) in modo alternativo rispetto a un classico spettacolo di danza o canto, repertorio classico delle “Stelutis di Udin”.

I partecipanti che raggiungeranno in tempo il traguardo, riceveranno una gradita sorpresa.

Share Button

Comments are closed.