10/06/2024

Di Marco Mascioli

Dall’inaugurazione del 31 ottobre con la Vice Sindaco Reggente Vanessa Vello, alla presenza del Presidente della Regione FVG Massimiliano Fedriga, del Vice Presidente Mario Anzil, dei Sindaci dei Comuni limitrofi, della Giunta comunale, di Monsignor Paolo Brida e di tutte le autorità militari e civili, fino alla chiusura del 5 novembre, con il Festival Mondiale della Canzone Funebre, a Rivignano si è vissuta una settimana di festa che, nonostante la sospensione di un giorno per l’allerta meteo, è stata un successo clamoroso. Tantissima gente, fino a notte fonda, ha riempito ogni giorno le strade e le piazze del paese, anche sotto la pioggia.

La Fiera dei Santi di Rivignano è ormai divenuta una delle manifestazioni più importanti della Regione Friuli Venezia Giulia, che non teme confronti nemmeno con le città ex capoluogo di Provincia, sia in termini di affluenza che per il valore degli eventi in programma.

Il successo è sicuramente da attribuire alla varietà degli appuntamenti e intrattenimenti proposti, che si sono succeduti dal primo all’ultimo giorno e che hanno offerto occasioni di interesse per i visitatori di tutte le età. Dal Luna Park alla tradizionale Fiera mercato “dei morti”, che per l’allerta meteo quest’anno si è svolta eccezionalmente domenica 5 novembre, dal Dog Show ai concerti, dallo spettacolo di Galax ai laboratori creativi per i bambini, dalla sfilata di maschere alle ballerine, dalla marcialonga naturalistica lungo il fiume Stella al concorso di Miss Mondo FVG, dai Disc Jockey in ogni locale alle mostre allestite con grande impegno (la mostra organizzata dai ragazzi del Campp e la mostra dedicata a “Biciclette e Campioni – da Bottecchia a Pantani”), dall’incendio del campanile e dei cieli sopra Rivignano dell’inaugurazione al gran finale col Festival Mondiale della Canzone Funebre.

Ogni giorno, decine di migliaia di persone hanno invaso le piazze e le vie del centro di Rivignano, assaporandone l’atmosfera magica e unica che solo qui si può trovare, insieme a tanto divertimento, buoni cibi e bevande e a un’ospitalità generosa e amichevole che ha lasciato tutti soddisfatti.

Il Festival Mondiale della Canzone Funebre, che in questa edizione si è svolto domenica 5 novembre anziché il 2 come accade di solito, quest’anno ha preso vita nell’Auditorium comunale, con grande soddisfazione da parte del numeroso pubblico presente. I vincitori di questa edizione sono stati i Parcè No, cioè Alessio de Franzoni   con fisarmonica e tastiera, Sara Rigo e Alessandro Meroi le voci (che sembravano un coro). Il premio, consegnato dalle mani del Vice Sindaco Reggente Vanessa Vello, è un’opera realizzata dal grande Maestro Piero de Martin, ora scomparso. Piero de Martin ha realizzato anche il premio per il vincitore della scorsa edizione, opera che non era riuscito purtroppo a terminare a causa di un suo ricovero in ospedale, e ci ha lasciato prima di poterla terminare. Il premio è stato consegnato al vincitore dello scorso anno, Fabrizio De Poi, in gara anche quest’anno, da Rocco Burtone insieme al batterista e amico di Piero de Martin, Daniele Chiarandini, dopo aver ricordato l’amico scomparso, con parole di affetto e ammirazione, come un artista poliedrico che riscosse successi in tutto il mondo, anche in qualità di orafo, pittore e musicista, nonché organizzatore di eventi e concerti. Meritano una menzione anche gli altri due gruppi qualificati per la finale di quest’anno, che sono gli All’Ultimo Momento e i Fa Medio. Anche le loro esibizioni hanno riscosso grandi applausi e complimenti da parte del pubblico presente.

Rivignano Teor è un piccolo Comune della Bassa Friulana di poco più di 6.000 abitanti, ma dalla grande energia e entusiasmo, in grado di organizzare importanti eventi come la Fiera dei Santi di Rivignano e il Green Volley di Teor, e tante occasioni di festa durante tutto l’anno, sia a cura dell’Amministrazione comunale, sia a cura dei commercianti ed esercenti, sia a cura delle numerosissime e attivissime associazioni locali. Alla gente di Rivignano Teor piace fare festa e divertirsi e lo sa fare davvero bene.

Share Button

Comments are closed.