21/04/2024

ASCOLTA IL SERVIZIO:

Dal 18 ottobre al 4 novembre Udine e dall’8 al 25 novembre a Trieste, le tappe di Alcatraz, il nuovo spettacolo di Psychiatricircus per la regia di Sandy Medini, che fonde sotto un tendone da circo acrobazie e teatro. Esperienza innovativa per gli attori e per il pubblico, lo spettacolo, varato circa un anno fa ha già all’attivo numerose repliche. Dopo un primo spettacolo di successo che raccontava la vita all’interno di un manicomio, ALCATRAZ propone storie senza tempo dal carcere…Abbiamo contattato Alberto Gamberini, coautore ed attore nello spettacolo, che ci racconta

(ascolta le risposte nel servizio audio)

quando e come nasce l’esperienza di psychiatricircus…

Si fa , quindi, teatro arricchito dall’acrobazia, conservando il luogo tradizionale del circo, il tendone…

Alcatraz fu un carcere duro la cui vita durò un trentennio, chiuse nel 1963 per gli alti costi di gestione più che per le condizioni di vita che venivano riservate ai prigionieri…come mai vi siete ispirati a questo modello di carcere per lo spettacolo…

Quindi storie di violenza ed annichilimento dell’essere umano, per le quali si addicono i toni drammatici del racconto, del recitare, che si distanziano dalle atmosfere che sotto il tendone di un circo o ex circo si è soliti respirare…

Lo spettacolo ha debuttato circa un anno fa e molte sono repliche portate in scena fino ad oggi…

Possiamo anche commentare il tipo di approccio con il pubblico che si è sviluppato in questa esperienza…

ALCATRAZ è uno show che produce una contaminazione virtuosa tra due grandi filoni della tradizione artistica italiana…quella circence e quella del teatro…

Share Button

Comments are closed.