17/05/2024


Dal 15 luglio al 5 settembre Caniarmonie festeggia i suoi tren’anni, una storia piena di passione, musica, arte e cultura. Un festival carnico allargato alla Val canale, alla Canal del Ferro e anche all’Austria, mettendo in rete 30 comuni. Il programma 2021 è stato illustrato  in una conferenza Udine, presenti l’assessore regionale alla Cultura, Tiziana Gibelli, il presidente della Fondazione Luigi Bon organizzatrice del Festival,  Andrea Giavon, e il direttore artistico Claudio Mansutti, che firma il cartellone di Carniarmonie.    Da giovedì 15 luglio a domenica 5 settembre saranno ben 54 i concerti nei luoghi più incantevoli delle Alpi Carniche e Giulie, con sempre nuove proposte e nuovi ambienti da scoprire. Gli eventi vengono tradizionalmente organizzati in paesi, borghi, pievi, chiese, palazzi, musei, prati, malghe e anche lugohi archeologici, come il concerto che in questa edizione si terrà nell’area archeologica del Foro romano di Sutrio con il duo Drumlanduo.

In forza dell’esperienza trentennale Carniarmonie si celebra come festival dei festival con la novità della reassegna “Accordi Musicali” della FVG Orchestra e dell’European foundation for support of Culture, con 10 concerti sinfonici di altissimo livello. Inoltre viene proposto “Il Cammino Celeste”, di Progetto Musica, itinerario che attraverserà tutta la regione tra concerti, camminate e riflessioni in un contesto di turismo slow ed ecosostenibile.

Nuovo è anche il progetto “La musica del legno” che valorizza gli artigiani del legno legati al mondo della musica. Proseguono le collaborazioni con l’ERT, il Festival Risonanze, l’Anciuti Music Festival, il Pontebba saxophone Festival e La Lunga Notte delle Pievi in Csarnia.

Sui vari palchi di Carniarmonie artisti dai profili internazionali e nazionali, senza dimenticare le formazioni locali e regionali. Tra i nomi più noti che appaiono nel cartellone, Giovanni sollima (16 luglio all’Abbazia di San Gallo a Moggio Udinese) anticipato da una mostra di strumenti musicali,  Gabriele Mirabassi Trio con il concerto “Tabacco e Caffè” (giovedì 22 luglio a Dellach im Gaital in Austria), l’Orchestra in Miniatura dell’Orchestra Giovanile Filarmonici Friulani con ospite il divulagatore scientifico Luca Mercalli (sabato 24 luglio in Malga Saisera a Malborghetto-valbruna), il chitarrista Christian Lavernier (5 agosto a Sauris di SoTto). Ritorna anche l’opera, domenica 8 agosto a Tolmezzo, con la messa in scena di Don Pasquale di Donizetti, unico spettacolo a pagamento della stagione ma ad un prezzo vantaggioso.. Il 9 agosto al palazzo Veneziano di Malborghetto si esibirà il pianista Hugues Leclére, in collaborazione con Piano FVG, per un appuntamento preceduto dalla proiezione del cortometraggio Golberg Serpentine Love.

Il 10 agosto nella pieve di  Verzegnis andrà in scena il flautista Massimo Mercelli in duo con l’arpista Nicoletta Sanzin e il giorno seguente sarà la volta del trombonista e suonatore di conchiglie Mauro Ottolini, in compagnia con cinque musicisti a dir poco eclettici.. Il 14 agosto a Moggio Udinese l’omaggio a Dante Alighieri con l’Umbria Ensemble in  “Amor che nella mente mi ragiona” e il 20 a Paluzza si esibirà il talento pianistico Elia Cecino con i cameristi della FVG Orchestra con maestro concertatore Constantin Beschieru.  Sfogliando il programma,, impreziosito dagli scatti di Ulderica Da Pozzo e visitando il sito Carniarmonie.it si scopriranno tanti e tanti altri appuntamenti. L’ingresso ai concerti è gratuito, tranne che il 15 luglio a Illegio dove si terrà il oncerto di apertura e l’8 agosto per l’Opera in piazza a Tolmezzo.

Il Festival Carniarmonie è reso possibile per il contributo della Regione FVG, del Ministero della Cultura, dei Comuni della Carnia con capofila Tolmezzo, dell’ERT, della Camera di Commercio di Pordenone-Udine, dell’Aiam, di Turismo FVG e per il sostegno di sponsor e mecenati quali Fondazione Friuli, Gruppo E.P. S.p.A e Valcanale Energia S.r.l. Il festival è sostenuto anche da Prima Cassa Credito Cooperativo FVG, Eurotec, Goccia di carnia, Legnolandia, Wolf, Prontoauto, Carnia Industrial Park, Secab, Comunità di Montagna della Carnia  e Bim.

Share Button

Comments are closed.