17/04/2024

Abbiamo raggiunto il direttore del centro commerciale ATRIO, Richiard Oswald, nella sede dell’agenzia Next di Udine, per il consueto incontro annuale con gli operatori dell’informazione locale…

(le risposte nel servizio video)

Un ben ritrovato a Richard Oswald, direttore del centro emporiale ATRIO, per questo incontro che è diventato una consuetudine annuale per fare il punto sullo stato di salute di Atrio…cittadella commerciale posta alla periferia sud di Villach. Direttore, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, lo stato di salute?

Parliamo di numeri….rispetto allo scorso anno qual’è sono le variazione globale nella percentuale del movimento dei visitatori….segno più, segno stabile, o segno meno?

Selezionando le provenienze….carinziani, sloveni e italiani in che percentuale?

Abbiamo imparato da lei che uno dei punti di forza di Atrio…è l’Austria stessa , o meglio, la Carinzia…che sempre occupa un posticino sicuro nel cuore degli italiani, in particolare dei friulani…. Per quel che riguarda Atrio….Austria significa la tipicità dei prodotti gastronomici, anche se sono molto conosciuti da noi, grazie alla presenza austriaca nelle varie fiere di piazza, ma anche nei supermercati…

Il motivo, quindi, per salire a bordo di un’auto, farsi 100 chilometri e più ed approdare ad Atrio, non può essere solamente una buon wurstel e una buona birra….o è ancora così?

Nel valutare la presenza nel territorio euroregionale di diversi altri centri emporiali, grandi e molto strutturati…a titolo di esempio quelli che si traovano a Udine, a Lubiana, a Villesse, a Trieste, a Pordenone, non si può non considerare che il potere di attrazione debba fondarsi anche su servizi efficienti, sulle idee, sull’intrattenimento, sull’originalità delle proposte. Le dico questo perché i centri commerciali del Friuli Venezia Giulia sono impegnati in queste direzioni, anche con investimenti rilevanti, spettacoli, ospitalità ad associazioni, collaborazioni con il territorio….

E’ recente un ulteriore accordo tra l’outlet di Palmanova e il comune della città unesco, per fornire informazioni e agevolazioni ai visitatori dell’outlet affinché diventino anche visitatori della città stellata.

Sappiamo che anche tra Villaco e Atrio non manca il dialogo….ma ci sono evoluzioni di questo dialogo?

Come lei ben saprà….L’Austria è una dei paesi che conta più gemellaggi di località con il Friuli Venezia Giulia. Più di 50…siccome possiamo considerare cittadelle come Atrio delle vere e proprie località, è tanto assurdo pensare a dei gemellaggi anche in questo settore? per esempio nella gestione di agevolazioni, spettacoli e trasporti condivisi?

Share Button

Comments are closed.