26/09/2022

Con l’avvio del nuovo impianto sfere, l’acciaieria ABS del gruppo Danieli entra in una fetta di mercato che aumenta la sua competitività a livello mondiale, dimostrando capacità e lungimiranza nell’innovazione tecnologica e di portare anche l’industria pesante verso una svolta sempre più ecologica.

Sono queste alcune delle riflessioni portate dal governatore del Friuli Venezia Giulia all’inaugurazione dell’impianto   di Cargnacco (Pozzuolo del Friuli), destinato al mercato dell’industria mineraria. Un ampliamento di produzione che, come evidenziato dal massimo esponente della Giunta, avrà il pregio di creare nuovi posti di lavoro sul territorio (la produzione avverrà quasi esclusivamente in regione) e nuove opportunità per i giovani con i percorsi formativi avviati da ABS con le scuole.

Le sfere di acciaio, la cui dimensione varierà dai 30 ai 150 millimetri, saranno realizzate in una quantità che supererà le 150mila tonnellate all’anno (su una produzione mondiale di circa 4 milioni di tonnellate) e saranno vendute nei mercati del Sudamerica, del Sudafrica e dell’Est Europa dove sono presenti i mulini di macinazione dei minerali.

Attualmente è in corso una fase di sperimentazione per aumentare la resistenza e la durata del prodotto, a cui seguirà l’avviamento vero e proprio della produzione.

Share Button

Comments are closed.