11/06/2024

Domenica 5 marzo, alle ore 18.00, al Salone del Parlamento del Castello di Udine, concerto del mitico flautista Andrea Griminelli con l’Orchestra da camera Accademia di Santa Sofia. E’ previsto un servizio gratuito di bus-navetta da piazza Libertà al piazzale del Castello.
Accostatosi al flauto all’età di dieci anni, Andrea Griminelli studia con i leggendari Jean-Pierre Rampal e Sir James Galway, che lo definisce “il più grande flautista salito alla ribalta della scena musicale da tanti anni”.
Durante gli studi con J. P. Rampal al Conservatorio di Parigi vince i concorsi di Stresa ed Alessandria. Nel 1983 e nel 1984 ottiene il prestigioso Prix de Paris. Il suo debutto a livello internazionale avviene all’età̀ di venticinque anni quando è presentato al pubblico d’oltreoceano da Luciano Pavarotti nel memorabile concerto al Madison Square Garden di New York e assieme al quale intraprende un’intensa collaborazione negli anni successivi, con indimenticabili concerti all’Hyde Park di Londra nel 1990, al Central Park di New York nel 1993, alla Torre Eiffel di Parigi e nella Piazza Rossa di Mosca.
La sua carriera si arricchisce di importanti concerti e tournée in Europa, Giappone, Sud America, Stati Uniti e nel mondo intero; si esibisce nei più prestigiosi teatri e sale da concerto, dal Teatro alla Scala di Milano alla Carnegie Hall di New York al fianco di artisti quali Pretre, Giulini, Metha, Krivine, Sutherland, Bonynge, Rampal, Rojdestvenski, Levine, Lu-Ja, Ughi, Sado, Semkov e di orchestre quali la Royal Philharmonic, la Berlin Symphony, la Munchner Rundfunkorchester, la Philharmonia di Londra, la New York Philharmonic, la Rai di Torino, la Dallas Symphony e la Los Angeles Philharmonic.
Nel 1991 il Presidente della Repubblica gli conferisce l’onorificenza di Cavaliere mentre nel 2003 quella di Ufficiale al merito della Repubblica Italiana.
Esegue in prima mondiale nuove composizioni per flauto e orchestra appositamente scritte per il suo strumento da compositori quali Ennio Morricone, Carlo Boccadoro, Fabrizio Festa, Shigeaki Saegusa. La sua attività̀ artistica si arricchisce inoltre di collaborazioni con Luciano Pavarotti, Elton John, James Taylor, Bradford Marsalis e il leggendario Ian Anderson leader dei Jethro Tull.
La discografia comprende i Concerti per flauto e orchestra di Vivaldi e Mercadante (Decca) con la English Chamber Orchestra diretta da J. P. Rampal. Nel 2001 incide il disco “Andrea Griminelli’s Cinema Italiano” dove le più note colonne sonore dei film italiani, riarrangiate da Bacalov e Morricone, sono da lui reinterpretate assieme a Sting, Pavarotti, Lucio Dalla, Deborah Harry e Filippa Giordano.
Nel 1989 vince un Grammy Award con il CD “Live in Modena, Piazza Grande”.
Nel 2005-2006 si concentra in un’intensa produzione discografica con etichetta Decca: incide l’Opera Omnia per flauto di Mozart assieme alla Camerata Salzburg con la direzione di Sir Roger Norrington, un CD con musiche dell’Ottocento italiano per flauto e chitarra assieme a Filomena Moretti, incide le composizioni di Beethoven e Schubert per flauto e pianoforte con Gianluca Cascioli, i Quartetti di Rossini per quartetto di fiati e i quartetti per flauto e archi di Mozart con il Keller Quartet.
Nel 2006 si ricorda un tour del Sud America assieme al chitarrista italiano Emanuele Segre nelle principali città del Cile, Argentina, Uruguay e Brasile e il Concerto per flauto e orchestra K313 di Mozart a Caracas con l’Orchestra giovanile “Simón Bolívar” sotto la direzione del Maestro Gustavo Dudamel.
Continua regolarmente le sue tournèe nelle principali sale da concerto di tutto il mondo, si ricorda il concerto alla Hanoi Opera House in occasione dei concerti per la Hennessy Concert Series; il concerto a Petra, concerto in onore del Maestro Luciano Pavarotti, successivamente trasmesso in mondovisione, assieme all’Orchestra I Solisti di Mosca diretti da Yuri Bashmet; partecipa al concerto di chiusura del World Cup in Sud Africa nel 2010, è in Giappone con la Tokyo Symphony Orchestra sotto la direzione del Maestro Naoto Otomo; inizia a collaborare attivamente con Andrea Bocelli esibendosi in tutto il mondo e partecipando a concerti memorabili tra cui quello a Napoli nella Piazza del Plebiscito, a Roma al Colosseo, nelle principali città del Sud America, Stati Uniti e Europa.
Spesso invitato a partecipare come membro di giuria nei più importanti concorsi internazionali per flauto, tra cui il Concorso internazionale Rampal a Parigi, il Concorso Carl Nielsen in Danimarca mentre nel 2012 è stato in giuria in Cina al Beijing International Music Competition BJIMC.
E’ stato pubblicato il CD Decca delle Sonate per flauto e basso continuo di Bach comprendente anche la Partita per flauto solo e la Trio Sonata per due flauti, con violoncello e clavicembalo.
L’ultimo disco con etichetta discografica Decca, dal titolo “Nessun Dorma. The Opera I love” arie famose interpretate per flauto e orchestra, vede una collaborazione con la Czech National Symphony Orchestra diretta dal Maestro Marcello Rota.
Si esibisce regolarmente in tour sia in recital per flauto e pianoforte sia come solista con orchestra nelle principali città dell’India, Sud America, Stati Uniti, Italia, Europa, Sud-Est Asiatico e Giappone.
L’Orchestra da Camera Accademia di Santa Sofia è una formazione di eccellenza che affianca le più consolidate professionalità selezionate sul territorio italiano ai migliori talenti emergenti. La formazione è composta da archi e clavicembalo. Dal 2015 ad oggi il complesso ha dato vita a importanti concerti che hanno ottenuto ampio successo, con programmi organizzati “a tema” prefissato, allo scopo di fornire al pubblico la possibilità di un approfondimento su stili e linguaggi musicali.
Figura preminente nel complesso è quella del primo violino di spalla, con funzione di konzertmeister, ruolo affidato a Marco Serino, violinista di notevole prestigio e di affermata carriera; il ruolo di primo violoncello è ricoperto da Gianluca Giganti, già primo violoncello del Teatro di San Carlo di Napoli;
la prima viola è Francesco Solombrino, già spalla dell’Orchestra Nuova Scarlatti di Napoli e docente di violino e viola in Conservatorio; contrabbasso è Gianluigi Pennino, già primo contrabbasso dell’Arena d Verona. Gli altri componenti, che agiscono sotto la guida dei capifila, sono elementi di primissimo piano, accuratamente selezionati. Ogni programma viene provato con la massima cura ed attenzione e, dal momento della sua costituzione ad oggi il complesso ha consolidato un repertorio che, partendo dal ‘600, passando per la scuola napoletana del ‘700, tocca il romanticismo e si estende fino a contemporaneità. Recentemente l’Orchestra è stata impegnata nella registrazione di un CD affiancando la solista Anna Tifu, oggi considerata la stella del concertismo internazionale. Tale disco è stato pubblicato e diffuso insieme alla famosa rivista “Amadeus”, una delle più prestigiose testate italiana specializzate nel settore che, in occasione del lancio del disco, ha dedicato all’Accademia anche la copertina. Quello con la straordinaria solista è, a ben vedere, un sodalizio consolidato: grande successo è stato riscosso in occasione di due recenti concerti, il primo svoltosi presso la Reggia di Caserta e il secondo presso l’Auditorium Oscar Niemeyer di Ravello. Anche i prossimi mesi saranno densi di avvenimenti: l’Accademia si accinge infatti a intraprendere una tournée al fianco di Uto Ughi, massimo esponente della scuola violinistica italiana.

Programma
OMAGGIO a ENNIO MORRICONE e NINO ROTA
NINO ROTA (Milano, 3 dicembre 1911 – Roma, 10 aprile 1979)
Concerto per archi

Rota Suite (Amarcord, 8 e 1/2, La dolce vita)
La Strada
ENNIO MORRICONE (Roma, 10 novembre 1928 – 6 luglio 2020)

Western Suite (C’era una volta il west, Giù la testa, Il buono il brutto e il cattivo)

Mission
Nuovo cinema Paradiso
C’era una volta in America

Share Button

Comments are closed.

Open