25/09/2022

La 51/sima edizione della  “Mostra regionale della Mela” si terrà a Pantianicco  dal 23 settembre al 2 ottobre, ricca di eventi e prodotti di qualità.

In degustazione durante tutte le giornate della manifestazione menù variegati di ricette tipiche a base di mele, da consumarsi nei grandi spazi coperti, con le mele croccanti di raccolta oltre ai noti dolci come fagottini, strudel e la frittella di mele locale denominata Pomella insieme al sorbetto meloso, sidro e succo di mele. Ma anche attività ludiche, appuntamenti di carattere sportivo e culturale, l’elezione di Miss Mela e Mr Melo, il Premio Mela Friuli, il Premio per il miglior miele, per il miglior dolce e naturalmente tanta musica con le orchestre e gli aperitivi con noti DJ.

Una cinquantina di  aziende friulane saranno in gara con le proprie mele (Granny Smith, Gala, Delicious rosse, Fuji, Stark, Pink Lady, Braeburn, Red Chief , Di Còrone).  Il Premio speciale Mela Friuli è nato nel 1991 per dare risalto a quanti si impegnano nel settore della melicoltura in Friuli.  Per non penalizzare le aziende che hanno raggiunto risultati ottimi ma solo per certi aspetti della conduzione aziendale, sono stati creati diversi riconoscimenti.

Il debutto è previsto per venerdì 23 settembre alle 18.30, con l’annuncio della classifica delle cassette di mele in concorso mentre alle 19 apriranno i chioschi.   Sabato 24 settembre alle 17.30 l’inaugurazione ufficiale della Mostra Regionale della Mela alla presenza delle autorità istituzionali.

Seguirà il convegno tecnico organizzato da Ersa dal titolo “Gestione delle acque reflue di lavaggio delle attrezzature per la distribuzione dei prodotti fitosanitari e della miscela residua: problematiche e possibili soluzioni”.  

Al termine, si conosceranno le aziende vincitrici per le migliori cassette di mele in esposizione e del Premio Mela Friuli 2022 che consisterà in 200 piante di melo resistenti alla ticchiolatura con la possibilità per l’azienda di sceglierne la varietà; per le altre categorie molti altri premi in palio.

Tra gli eventi in programma domenica in programma  il raduno con giro turistico di auto storiche e, nel pomeriggio,  l’intrattenimento per bambini con il “lancio” di 100 KG di mele per te: cartoline volanti su palloncini lanciati in cielo dai bambini e i laboratori didattici con gli animatori del progetto Ragazzi si Cresce di Mereto di Tomba.

Alle 17.30 si terranno le premiazioni del 32° Concorso Mieli Città 
di Pantianicco.

Alle 18 una delle serate più attese della festa, quella del concorso Miss Mela & Mister Melo in collaborazione con Gierrepi in cui si decreta la regina di bellezza e il più bello tra i belli, il Mr. Melo della regione (selezione valida per il concorso Miss Alpe Adria International e Alpe Adria Boy)  Iscrizioni gratuite. (Per informazioni t. 335 465287, 0432 860075).

I festeggiamenti riprenderanno nel secondo weekend a partire da giovedì 29 settembre con l’apertura dei chioschi alle 19 e il convegno delle 20.30 “Dalla Piçiule Patrie alla Banda Oriental, L’emigrazione friulana in Uruguay”.

Venerdì 30 settembre alle 18.30 si terrà la presentazione del libro In cucina con il mais. 
Non solo polenta sulla versatilità della farina di mais con tante ricette di Giulia Godeassi presentate dall’editore e direttore del mensile di enogastronomia QB, Fabiana Romanutti.

Il primo sabato di ottobre si apre alle 14.30 all’insegna della dolcezza con il Concorso Dolci 
a base di Mele e Miele la cui premiazione si terrà alle 20.30.Infine domenica 2 ottobre si aprono le iscrizioni, già alle 8.30, per Mela a spasso,  marcia podistica non competitiva di 10 e 5 km.

Nella stessa giornata si terrà, alle 14, la gara ciclistica per amatori, il 22esimo trofeo Franco Cragno mentre alle 15 tornano le attività per i più piccoli.

Sabato 24 settembre pomeriggio e le domeniche si terranno i laboratori didattico – esperienziali sulla trasformazione delle mele in succo, sidro e aceto e valutazione sensoriale della mela e dei succhi, curati e condotti dagli allievi con i docenti dell’Istituto d’Istruzione “Il Tagliamento” di Spilimbergo.

Share Button

Comments are closed.