12/06/2024

Di Marco Mascioli 

Un libro scritto a otto mani sulla storia della nostra regione vista da cestisti. Questo credo sia la descrizione più calzante di Un Secolo a Canestro (Aviani & Aviani ), scritto da Flavio Pressacco, Roberto Collini, Roberto Ponticiello e Marino Firmani.  Non una classica raccolta di dati su campionati, squadre, giocatori, tecnici, dirigenti, bensì un’occasione di riflessione sull’evoluzione del Friuli Venezia Giulia pensando sì alla pallacanestro regionale, ma al contempo un’ampia osservazione sull’economia, la politica e quanto accaduto, dagli anni del dopoguerra, ripensando al basket. Scrivere di pallacanestro descrivendo il contesto economico sociale del tempo per ricordare ai meno giovani quanto hanno vissuto e contribuito alla situazione attuale. Per chi non ha vissuto in prima persona si tratta dell’occasione di conoscere la storia contemporanea, quella che non si trova ancora sugli abbecedari scolastici, se non con poche righe relative alla nostra regione. 

Gli autori, dopo una giovinezza vissuta tra studio e palla a spicchi, hanno rivestito importanti ruoli in ambito lavorativo, mantenendo sempre alta la passione per la pallacanestro, portando testimonianze utili per i giovani lettori e non solo. Si tratta, infatti, del primo volume relativo al periodo più remoto (1946-1976), che sarà seguito da altri due libri a completamento della collana. Questo volume copre l’arco temporale che va dal secondo dopoguerra alla metà degli anni Settanta. Il secondo arriverà alla fine del millennio e l’ultimo fino ai giorni nostri. 

Dopo una prima annunciazione del progetto avvenuta quest’estate presso il palazzo della Regione a Udine, alla presenza del presidente del Consiglio Regionale Piero Mauro Zanin, del presidente del CONI regionale Giorgio Brandolin, tanti ospiti del mondo dello sport regionale tra cui anche il compianto Enzo Cainero, https://bit.ly/3ya3p62 e l’ufficializzazione dell’avvenuta pubblicazione qualche giorno fa, è stato presentato presso il salone di Confindustria Udine in Palazzo Torriani, dinanzi a imprenditori e appassionati molti dei quali hanno scritto il loro nome sui cartellini dei cestisti. 

Introdotti da Marco Bruseschi, figlio del Dino presidente, gli autori hanno ricordato tanti aneddoti, molti condivisi con i presenti, entrando nel merito dei contenuti, in un luogo simbolo del modello di sviluppo socio-economico della nostra regione. 

Un libro che stimola la riflessione su quanto il Friuli Venezia Giulia abbia dato alla pallacanestro italiana soprattutto dagli anni del secondo dopoguerra e, al tempo stesso, abbia contribuito a scrivere alcune importanti pagine anche all’interno della storia dell’evoluzione economico-sociale-culturale e geopolitica istituzionale della Regione in un contesto nazionale e internazionale. 

UN SECOLO A CANESTRO edito da Aviani & Aviani è stato realizzato con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli, Fondazione CRTrieste e Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.

Il FVG ha dato molto alla pallacanestro nazionale sin dal secondo dopoguerra, all’interno dell’evoluzione economico-sociale-culturale e geo-politica della regione anche nel contesto internazionale. Tra le vicende narrate in questo trittico, non mancano le donne che, con le squadre femminili e le atlete partecipanti alla nazionale, hanno spesso surclassato gli uomini per i risultati conseguiti. 

Ora l’attesa per il secondo e terzo volume a completamento dell’opera che sarà l’occasione per ricordare e scoprire la nostra regione, con i campioni che hanno contribuito anche al raggiungimento di grandi risultati per le aziende che hanno legato il loro marchio alle squadre storiche di tutto il Friuli Venezia Giulia. 

Nel servizio video hanno preso parte tutti e quattro i coautori del libro. 

Share Button

Comments are closed.