17/01/2018

Già, proprio non ce l’abbiamo, noi, la metropolitana. E il discorso vale per tutto il Nord est d’Italia. Però, la metropolitana, ce l’hanno altri milioni di persone (metropolitane) e, nella nostra veste di turisti, anche noi, del nord est, comunque, la conosciamo..
Quindi è cosa nota la famosa cartina della U tube che ti metti in tasca quando vai a Parigi, Mosca, Parigi, Londra ecc ecc. ed è altrettanto scontato il sostare davanti alle gigantografie della medesima sotto terra quando devi capire se vai verso nord o verso sud.
Ergo non poteva che essere buona e simpatica l’dea venuta ad Elena Roppa, che dal suo blog, #itsawineworld.it coinvolge sia i turisti foresti che gli autoctoni o residenziali del Friuli Venezia Giulia con proposta di una Wine tube map per i vini del Friuli Venezia Giulia. Con lo stile geometrico della cartine che illustrano le reti di trasporto metropolitano: mappe dirette, semplici, concrete – afferma la Roppa- e soprattutto riconoscibili già stampate nell’immaginario collettivo. Perchè allora non tentare di applicare questo modello per rendere il colpo d’occhio sulle zone produttive dei vini del Friuli Venezia Giulia? quindi una serie di percorsi geometrici e di stazioni sovrapposte alla geografia? Una prima l cartina, elaborata da Lucia Di Benedetto, è certamente perfettibile e non riporta apposta le Doc – nell’ottica siadi un’unità regionale che travalica i confini interni che della semplificazione- afferma la Roppa- ma l’idea ha subito trovato l’apprezzamento dei lettori.

L’articolo di Elena Roppa sul blog itsawineworld.it

Share Button