26/09/2022

La stagione artistica 2022/2023 del Teatro comunale Giuseppe Verdi di Gorizia esibisce un cartellone con nomi di grande richiamo,  preparato dal direttore artistico Walter Mramor per un totale di 27 spettacoli che saranno in scena in serata unica. La Prosa, con otto rappresentazioni, spazierà dal teatro classico alla drammaturgia contemporanea, il percorso Musica e balletto, con sei appuntamenti,  passerà dal teatro musicale alla danza, con nuove collaborazioni con le eccellenze del territorio. Inedita la suddivisione in tre sezioni, ovvero Musical, Fun e Family, quest’ultima con due Pomeridiane domenicali, per aprire il Teatro anche in orario pre serale e coinvolgere le famiglie. La stagione si arricchisce inoltre di una nuova accattivante sezione, Verdi Racconta, di cui saranno protagonisti tre grandi personaggi. Infine è stato non solo confermato, ma anzi ampliato, lo spazio rivolto a bambini e ragazzi. ai quattro appuntamenti Young si aggiungeranno delle visite teatralizzate per far conoscere ai più piccoli la magia del Teatro.

L’inaugurazione della stagione sarà martedì 8 novembre Il mercante di Venezia, di Shakespeare.

La ricca stagione del Teatro Verdi s’inserisce a pieno titolo nel percorso verso GO! 2025.

Gorizia capitale della cultura,  che  “trasformerà il territorio regionale in un grande palcoscenico per 365 giorni – ha sottolineato l’assessore regionale alla Cultura, Tiziana Gibelli – un’occasione dalle potenzialità enormi e irripetibili”.  Si sono soffermati sui contenuti della stagione teatrale Sono seguiti  sindaco Ziberna e l’assessore Oreti   presente anche il presidente della Fondazione Carigo, Alberto Bergamin, sodalizio costantemente vicino al Teatro e alla cultura. Il direttore artistico, Walter Mramor, ha illustrato nei dettagli la stagione, soffermandosi anche sullo slogan scelto per la campagna promozionale, “La stagione più bella”: “È stato scelto di sottolineare questo concetto intendendo che è il momento per il Teatro di rifiorire. Personalmente io trovo che tutte le stagioni artistiche siano belle, perché ognuna ha le sue peculiarità”.

Al Mercante di Venezia   con la regia e l’adattamento di Paolo Valerio, interpretato da Franco Branciaroli, Piergiorgio Fasolo e Francesco Migliaccio seguiranno venerdì 16 dicembre la commedia gialla senza tempo Trappola per topi di Agatha Christie, con Lodo Guenzi, e mercoledì 18 gennaio Chi ha paura di Virginia Woolf? con Sonia Bergamasco e Vinicio Marchioni. Un altro omaggio al teatro classico sarà, mercoledì 1° febbraio, il capolavoro di Luigi Pirandello Uno nessuno centomila, con Pippo Pattavina e Marianella Bargilli. Dal cinema al teatro, in scena martedì 21 febbraio la trasposizione del film di Ferzan Ozpetek Mine Vaganti, con un grande cast di attori capeggiato da Francesco Pannofino, e lunedì 20 marzo il mix di tenerezza e divertimento Tre uomini e una culla, con Giorgio Lupano, Gabriele Pignotta e Attilio Fontana. Due gli omaggi alla drammaturgia americana, per l’esattezza martedì 4 aprile a Tennessee Williams con La dolce ala della giovinezza, che porterà al Verdi Elena Sofia Ricci, e sabato 6 maggio ad Arthur Miller con Uno sguardo dal ponte, con Massimo Popolizio.

Musica e balletto (6 spettacoli)

Primo appuntamento mercoledì 7 dicembre con Il maestro e l’allievo, ovvero due generazioni a confronto con il pianista solista Luca Trabucco e il promettente talento udinese Matteo Bevilacqua, accompagnati dalla FVG Orchestra. Il Coro Ars Atelier diretto da Mateja Cernic e l’Orchestra Sinfonica della Radio televisione slovena diretta da Marco Feruglio interpreteranno sabato 4 febbraio Lobgesang, con musiche di Felix Mendelssohn

Bartholdy, in un progetto transfrontaliero che celebrerà il territorio. Un coinvolgente omaggio a Giulietta sarà portato in scena mercoledì 15 marzo da Eleonora Abbagnato, che danzerà insieme alla figlia Julia di 10 anni, mentre martedì 28 marzo in Rivadeandrè con Federico Buffa si rivivrà l’incontro tra Gigi Riva e Fabrizio De Andrè nel 1969. Mentre il grande divo della danza spagnola Sergio Bernal porterà il pubblico in un viaggio nel repertorio di coreografie e musiche spagnole venerdì 14 aprile in A night with Sergio Bernal, con Alice canta Battiato sabato 13 maggio ci sarà l’omaggio a un indimenticabile maestro della musica italiana, per la prima volta in regione con uno straordinario quartetto d’archi dei Filarmonici italiani.

Eventi (6 spettacoli)

Tre appunto i percorsi in cui è suddiviso il cartellone. Immancabili i Musical: dal lontano West, martedì 22 novembre, grazie a Sette spose per sette fratelli, interpretato da Diana Del Bufalo e Baz affiancati da 22 attori ballerini, con la direzione musicale di Peppe Vessicchio, si andrà alla Venezia del ‘700, mercoledì 1° marzo, con l’irresistibile storia di amore e avventura di Casanova, musicata dall’ex Pooh Red Canzian. Nel percorso Fun Cristina D’Avena martedì 3 gennaio interpreterà i suoi grandi successi ma anche le più celebri canzoni natalizie, e mercoledì 22 febbraio i Gemelli di Guidonia proporranno il loro effervescente show comico. Due le Pomeridiane, con inizio alle 17, sotto il marchio Family: Lo Schiaccianoci del Russian Classical Ballet domenica 15 gennaio e Il Mago di Oz degli acrobati ucraini di Romanov Arena domenica 26 marzo. Una compagnia russa e una ucraina quindi, scelta questa tutt’altro che casuale, con un chiaro messaggio di pace.

Verdi Racconta (3 spettacoli)

Il nuovo percorso della stagione 2022/2023 sarà aperto venerdì 13 gennaio da Lino condurrà gli spettatori lunedì 13 febbraio verso l’indicibile ricercato da Dante con Paradiso XXXIII. Marco Goldin tornerà al Verdi giovedì 20 aprile con Gli ultimi giorni di Van Gogh, con uno schermo panoramico e proiezioni al laser ad altissima definizione, con l’accompagnamento delle musiche di Franco Battiato.

Young (4 spettacoli)

Tanta come di consueto l’attenzione ai più giovani e alle famiglie, con quattro Pomeridiane domenicali: fantasia, musica e divertimento saranno gli ingredienti di Pinocchio il 27 novembre,La regina delle nevi l’11 dicembre, Malèfici il 29 gennaio e Peter Pan e Wendy il 12 febbraio. Inoltre, bambini e ragazzi potranno saperne di più sui segreti del Verdi grazie alla visita teatralizzata Viaggio nella scatola magica, in programma da mercoledì 22 a sabato 25 marzo.

Share Button

Comments are closed.