29/11/2023

La produzione mondiale dell’acciaio ha raggiunto nel secondo semestre del 2014 quasi 820 milioni di tonnellate con un incremento del 2,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Esiste una sovracapacità media del 15/25% particolarmente in Cina che esporta comprimendo i prezzi.

Il mercato dell’acciaio sta quindi consolidando i risultati del 2013 con la previsione di superare nel 2014 quanto prodotto nello scorso anno: Cina, India e Middle East continuano a crescere ma a ritmi vicino al 2/3%, mentre Russia, USA, Giappone ed UE stanno recuperando gradualmente i livelli di produzione passati.

Si conferma la necessità di una politica economico/finanziaria coordinata a livello globale per sostenere la crescita con piani di sviluppo strutturati che permettano di attuare con più efficienza investimenti di medio e lungo termine.
L’aspettativa è un livello di crescita globale nei consumi di acciaio del 2,5% all’anno per i prossimi anni. Ci vorrà quindi qualche anno per assorbire la sovracapacità esistente. Si attende comunque un miglioramento generale a partire dal 2016 grazie ai numerosi progetti per investimenti privati ed infrastrutture pubbliche, previsti specialmente nei paesi
con economie emergenti.

Uno dei termometri di riferimento di un andamento economico industriale direttamente connesso a migliaia di posti di lavoro in Friuli Venezia Giulia. Danieli è sinonimo di mondo sia come commesse in portafoglio che per opportunità di lavoro. I ricavi al 30 giugno 2014 sono di 2.944, + 6% rispetto all’anno scorso, il portafoglio ordini del Gruppo risulta in linea con i valori espressi alla fine dello scorso esercizio ed è ben diversificato per area geografica e per linea di prodotto ed ammonta, al 30 giugno 2014 a 3.079 milioni di euro.

Al 30 giugno 2014 per il gurppo contava in organico 11.424 unità, aumentato
di 480 unità rispetto al 30 giugno dello scorso anno. Rispetto al 2013 l’organico è cresciuto nella misura del 4% soprattutto per l’avviamento e consolidamento delle attività in India, Russia e Cina. In friuli Venezia 6.000 persone tra diretti e indotto e contribuisce per quasi il 40% all’export annuo della provincia di Udine e per il 20% di quello
regionale.

Due sono i grandi segmenti di azione di questo Gruppo industriale: il plant making che sta per ingegneria e costruzione di impianti per la produzione di metalli acciaio e alluminio con ricavi sostanzialmente stabili rispetto al 2013 e il settore steel making per la produzione di acciaio con il gruppo ABS con ricavi in sensibile miglioramento.

Il settore ingegneristico le cui principali società operative del Plant Making si trovano in Europa e Asia con centri di servizio in USA, Brasile, Egitto, Turchia ed Ucraina, ha mantenuto gli obiettivi di redditività grazie a leadership tecnologica, competività nella gestione dei costi e qualità di prodotto.

E’ stato sostanzialmente completato nell’esercizio il nuovo Centro Ricerche presso la fabbrica di Buttrio e soprattutto
le nuove fabbriche in India e Russia che ora stanno completando il ramp up produttivo.
Nel settore Plant Making, Danieli è tra i primi tre costruttori mondiali di impianti e macchine per l’industria dei metalli con la leadership in acciaierie ed impianti per la produzione dei prodotti lunghi ed è il secondo costruttore di impianti per la produzione di prodotti piani.

Nel settore steel making, ABS Steel Making ha mantenuto nell’esercizio un miglior livello di utilizzo impianti.
E’ stata definita la strategia da qui al 2018, che richiederà ulteriori investimenti nelle società del gruppo ABS, stimati in 350 milioni di euro circa.
ABS ha concluso la prima fase di investimenti a Sisak in Croazia, avviando con successo gli impianti, mentre proseguono gli investimenti a Pozzuolo con i nuovi laminatoi reversibili per la Rotoforgia e l’aggiornamento tecnologico della macchina di colata MCC3. La produzione è destinata all’industria automobilistica, mezzi pesanti, industria meccanica, energetica e petrolifera. ABS è la numero uno in Italia e tra le prime in Europa nel settore di pertinenza.

Share Button

Comments are closed.