06/12/2022

Il ruolo di un Consolato Onorario rimane perlopiù abbastanza misterioso nell’immaginario collettivo. Comunemente e nel migliore dei casi si pensa che il termine Onorario identifichi una onoreficenza ottenuta per merito. Insomma una medaglia, come potrebbe essere quella di Cavaliere del lavoro o Commendatore, ma senza capire più di tanto di quali meriti si tratti.
In realtà i Consolati Onorari, pur essendo gestiti da diplomatici non di carriera, possono diventare molto utili per i territori di compentenza , sia per lo Stato cosiddetto “mandante” ( ovvero lo Stato estero che i consolati rappresentano) che per lo Stato accreditatario( quello che li ospita). Utili perché i Consolati Onorari sono investiti di poteri, deleghe e autorizzazioni ad operare (Lettere patenti, exequatur) che li rendono non solamente operativi ma, in caso di necessità, li delegano ad esercitare una rappresentanza per la quale è titolato un Consolato Generale. Dall’assitenza ai cittadini dello Stato estero rappresentato ai patrocini su iniziative ed attività culturali ed economiche fino alla costruzione di una rete relazionale sul territorio che possa facilitare i rapporti di amicizia, cooperazione e dialogo tra paese ospitante ed ospitato, su diversi piani..culturale, economico, fino ad ovvi compiti di rappresentanza ed assist per i consolati generali e ambasciata, vale a dire i gradi superiori della gerarchia diplomatica. Una particolarità del Consolato Onorario riguarda chi lo regge, ovvero un/una cittadino/a del paese ospitante che deve essere di specchiato curriculum, che viene individuato e nominato su base fiduciaria dal paese mandante e confermato da quello ospitante. Tutto avviene attraverso Ministeri degli Esteri e Ambasciate.
Proprio per questo motivo la Console Onoraria della Repubblica d’Austria in Friuli Venezia Giulia, l’imprenditrice Sabrina Strolego di Trieste, al pari di altri Consoli Onorari, è cittadina italiana. Nominata Console Onorario nel marzo del 2015, è stata recentemente riconfermata nell’incarico. L’avvocato Enrica Maggi, curatrice del videotutorial AustriaNoProblem, co-prodotto da Euroregionenews con lo Studio Legale Maggi-Brandl-Kathollnig di Klagenfurt, l’ha raggiunta a Trieste per intervistarla nella venticinquesima puntata della rubrica. Tutte le puntate sono disponibili sul sito euroregionenews.
GFB

Share Button

Comments are closed.