25/02/2018

Avepa, l’Agenzia regionale veneta per i pagamenti in agricoltura, sta per liquidare in questi giorni 2,7 milioni di contributi a 998 aziende del settore zootecnico, in particolare stalle in zona montana, allevamenti ovi-caprini e aziende suinicole da riproduzione.
Ne dà notizia l’assessore all’Agricoltura della Regione Veneto Giuseppe Pan, intervenendo al Festival dell’agricoltura a Bressanvido (Vicenza), nell’ambito del convegno promosso in collaborazione con Arav sul tema “Ridare valore al latte e derivati: mettere al centro sostenibilità, benessere degli animali e salute dell’uomo”.
“Avepa ha dato prova di grande celerità ed efficienza nel gestire le domande di aiuto dei produttori – ha sottolineato l’assessore – secondo il bando promosso dal decreto ministeriale 940 del 1° marzo 2017, a sostegno delle aziende produttrici di latte che operano in zona montana, di quelle con allevamenti ovi-caprini e, infine, delle aziende suinicole da riproduzione che osservano condizioni di maggior benessere per lo svezzamento dei suinetti. Nonostante la scadenza ultima fosse il 13 settembre e le complessità amministrative del bando, le 998 imprese venete ammesse agli aiuti riceveranno in questi giorni in conto corrente gli importi liquidati”.
“La Regione Veneto – sottolinea l’assessore – dimostra anche con l’efficienza amministrativa di avere a cuore il comparto primario e, in particolare, i produttori di latte e di carne che rappresentano una delle filiere di eccellenza dell’agricoltura veneta. Il settore del latte sta vivendo un momento di ripresa, grazie alla valorizzazione nel prezzo (risalito in media di 10 centesimi rispetto allo scorso anno) e alla consapevolezza dei consumatori, sempre più attenti a qualità, tracciabilità, controlli e benessere. Garanzie assicurate a tutto tondo dal sistema di controlli attivo in Veneto, merito anche della responsabilità delle associazioni dei produttori”’.

Share Button