22/07/2018

Il futuro della centrale di Monfalcone è chiaramente definito dal Piano energetico regionale del Friuli Venezia Giulia e sarà un futuro senza #carbone, quindi green e pienamente sostenibile. Dubbi e polemiche in tal senso sono solamente dettate da sterili ragioni elettorali. Lo ribadisce l’assessore all’Ambiente ed Energia del FVG, #Sara Vito. Proprio nell aprospettiva di eliminare il carbone – precisa la Vito – la Regione agià avviato un tavolo con l’azienda #A2A e le istituzioni locali.

Trieste, 22 ago – “Basta alimentare dubbi e polemiche, evidentemente solo per sterili ragioni elettorali: il futuro della centrale di Monfalcone è chiaramente definito dal Piano energetico regionale e sarà un futuro senza carbone, quindi green e pienamente sostenibile”.

L’assessore Vito sottolinea ancora una volta che su questo tema la Regione “non firma cambiali in bianco nei confronti di nessuno, ma prende atto con soddisfazione che esiste una chiara disponibilità dell’azienda alla riconversione. Azienda che ha pubblicamente riconosciuto le istanze del territorio e della comunità. Il resto sono solo chiacchiere inutili, che rischiano di creare ansie e preoccupazioni nella popolazione”.

“Quello che vogliamo per Monfalcone – conclude l’assessore regionale all’Ambiente – non è un futuro a carbone o biomasse, ma un polo energetico integrato e innovativo di energie rinnovabili,
che dovrà portare sviluppo sostenibile e nuovi posti di lavoro di altra specializzazione”.

Il tavolo sarà riconvocato già agli inizi di settembre.

Share Button

Comments are closed.