25/02/2018

Si tirano le somme, l’Avepa, l’agenzia regionale veneta per i pagamenti in agricoltura, ha appena concluso i saldi della campagna 2017 per il settore vitivinicolo erogando 40 milioni di euro, distribuiti tra 5.840 aziende agricole. “Anche quest’anno è un bilancio positivo – rileva l’assessore regionale all’agricoltura, Giuseppe Pan – considerato che tutte le domande di aiuto presentate e ammesse sono state finanziate, sia per la ristrutturazione dei vigneti che per l’investimento in cantina”.

In particolare, con riferimento alla ristrutturazione e riconversione viticola, è stato erogato un importo di 15.486.663 euro per il reimpianto di 1.622 ettari di vigneto, a favore di 1.164 beneficiari.

Per gli investimenti viticoli, invece, una prima assegnazione di fondi da parte del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAF) ha consentito di finanziare 147 aziende agricole e di pagare a saldo un importo di euro 7.498.626. In seconda battuta, a metà settembre, è stato possibile scorrere l’intera graduatoria delle domande ammesse (altre 50) a seguito della re-distribuzione di alcune economie di altre regioni italiane: sono stati liquidati ulteriori aiuti per euro 1.455.689..

Per ultimi sono stati erogati gli aiuti agli agricoltori che hanno assicurato la produzione contro le avversità atmosferiche: dopo una prima assegnazione al Veneto di 10.245.231 euro da parte dell’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (Agea Area Coordinamento), ad ottobre è stato reso disponibile agli agricoltori veneti un importo aggiuntivo di euro 3.743.086 per l’assicurazione dell’uva da vino (somma non utilizzata da altre regioni): così è stato possibile finanziare complessivamente 4.479 domande per un totale di 13.988.318 euro.

“La mole delle pratiche esaminate e dei finanziamenti erogati, ma soprattutto il rispetto della tempistica confermano il buon lavoro di Avepa – commenta l’assessore Pan – a riprova dell’efficienza della macchina amministrativa dell’agenzia che si è guadagnata, non a caso, la promozione a pieni voti da parte della Commissione di inchiesta sulla Digitalizzazione. Un panorama nazionale, dove la pubblica amministrazione fatica a reggere la sfida della digitalizzazione, Avepa si distingue tra gli enti che meglio sanno gestire i dati e il processo di lavorazione informatica. Infatti, il rapporto della Commissione nazionale di inchiesta ha messo in luce, come nota di merito, quanto l’Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura ‘consideri di fondamentale importanza la gestione del rapporto con il fornitore in ogni passo, anche dopo l’aggiudicazione della gara e dedichi a questa funzione un dirigente Ict con relativo staff””.

Share Button