17/07/2019

Dati lusinghieri per il turismo in veneto. Nel 2016 le destinazioni turistiche, comprese le città d’arte, hanno attratto 17.856.567 arrivi, di cui 11,5 milioni di stranieri, realizzando più di 65 milioni di pernottamenti, di cui quasi 44 milioni di stranieri. Fuori dai numeri, significa che la sola Regione Veneto ha performance turistiche migliori di Paesi come il Portogallo.
È quanto emerge dai dati forniti dalla Regione Veneto in occasione della «Twissen Room» che si è tenuta a Quinto di Treviso, e che ha visto fra i relatori Pietro Ferraris, presidente dell’associazione Startup Turismo, Daniele Minotto, vice-direttore dell’associazione Veneziana Albergatori, e Tiziano Simonato, vice-presidente di FederTurismo Veneto. Le statistiche sono confortanti, è stato rilevato, soprattutto perché l’incremento dei turisti stranieri permette di compensare qualche flessione dei turisti italiani soprattutto nel comprensorio mare, dove il forte calo di connazionali, ha fatto totalizzare un complessivo -0,6%.
Per quanto riguarda le città d’arte e le località di lago, il 2016 è stato un anno da record, totalizzando rispettivamente un complessivo +6,1% e +7,2% sull’anno precedente. Sono sempre i tedeschi i migliori clienti del turismo veneto, mentre nel 2016 i cinesi (dopo un 2015 all’insegna dell’Expo) hanno totalizzato un calo del 22,5%.

Share Button

Comments are closed.