16/12/2018

E’ ripartito il progetto regionale “E-Commerce e truffe informatiche” per far conoscere ai ragazzi delle scuole superiori, anche in una prospettiva occupazionale, le potenzialità dell’e-commerce e del mercato digitale ma anche le criticità e i rischi nell’utilizzo di tale strumento. E’ un progetto della Regione nell’ambito delle azioni a tutela dei consumatori e degli utenti.
Dopo il primo incontro di questa nuova tornata che si è svolto sabato 18 novembre a Badia Polesine (Rovigo) con gli studenti dell’Istituto Professionale Enzo Bari e dell’IIS Primo Levi, sabato è la volta di Pieve di Cadore per la provincia di Belluno presso Aula Magna del Liceo Scientifico “E. Fermi”, in via Valcalda (dalle ore 10.00).
L’assessore regionale al commercio e alla tutela del consumatore Roberto Marcato sottolinea con soddisfazione l’entusiasmo con cui gli studenti coinvolti hanno finora accolto l’iniziativa regionale. “E’ una formula – aggiunge – che si presta bene a catturare la loro attenzione e stimolare il loro interesse per una tematica che sta avendo sviluppi sempre più rilevanti. La Regione è particolarmente impegnata nelle attività che promuovono il rispetto e la cultura della legalità, con iniziative sia di informazione dirette ai cittadini sui problemi legati alla contraffazione di prodotti o di servizi, sia attraverso il sostegno all’opera delle Forze dell’Ordine, impegnate nel contrasto alla contraffazione e nella tutela della sicurezza dei prodotti in commercio. Il fenomeno della contraffazione per essere contrastato richiede un cambio di passo culturale e per una maggiore consapevolezza contiamo soprattutto sui giovani”.
Realizzato in collaborazione con l’Associazione per la difesa e l’orientamento dei consumatori (ADOC) del Veneto, l’incontro di domani prevede la partecipazione del cap. Giuseppe Armani del Gruppo Tutela Mercato Beni e Servizi del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Venezia, di Luca De Pietro docente di E-Government ed E-Democracy all’Università di Padova, e dell’inviato del programma televisivo “Striscia la Notizia” Moreno Morello per promuovere la cultura digitale tra i giovani, in quanto futuri clienti e imprenditori, e anche per evitare i rischi di truffe. L’evento, che ha il patrocinio del comune, sarà coordinato da Sergio Taurino, presidente di ADOC Veneto.

Share Button

Comments are closed.