18/01/2018

Un friulano di 42 anni potrebbe essere il primo italiano a completare la traversata in solitaria del Polo Nord geografico. Un’impresa straordinaria, riuscita finora solo ad altri due uomini, ma anche una sfida contro il tempo dal momento che i canonici 60 giorni solitamente necessari per percorrere i quasi 1.000 chilometri di mare di ghiaccio artico saranno in questo caso ridotti a 46. Michele Pontrandolfo, pordenonese doc, non è un dilettante alla ricerca di emozioni forti. Attualmente è l’unico esploratore polare italiano in attivita’ e nel suo curriculum c’è la conquista dei più importanti regni di ghiaccio della Terra. Dal 2000 ad oggi ha già compiuto 14 traversate – dall’Islanda al Polo Nord, dalla Groenlandia alla Patagonia – di cui 9 in solitaria. Il prossimo 16 febbraio volera’ da Venezia ad Ottawa per tentare, nell’ambito di una spedizione internazionale, una traversata di quasi 1.000 chilometri a partire da Cape Discovery, punto geografico situato a ridosso del 83° grado di latitudine nord, nel Canada Artico. Dal 5 marzo camminera’ per 46 giorni con sci ai piedi e due slitte al traino sulla banchisa polare. “Mi sto allenando duramente per essere pronto alle tremende condizioni ambientali che mi attendono – spiega l’esploratore – In questo momento le mie energie psicofisiche sono messe a dura prova dalla consapevolezza che dei sei team che parteciperanno alla spedizione io sarò probabilmente l’unico privo di rifornimento aereo durante la traversata in caso di necessita'”.

Share Button