22/10/2018

 

Neopatentato brillo fugge all’alt della Polizia, -43 punti sulla patente ma non è record, quello appartiene ad un trevigiano, con 138 punti persi in pochi minuti Non è un record assoluto, quello è inarrivabile, ma 43 punti tolti in un colpo solo sulla patente è un bel record. L’episodio a Padova dove ad un neopatentato sono state comminate sanzione per non essersi fermato all’alt della polizia stradale e per il fatto che era ubriaco alla guida. Il giovane, all’uscita del casello di Padova est, è incappato in un controllo della polstrada di Padova la quale gli ha intimato l’alt in quanto guidava l’auto con il faro anteriore sinistro non funzionante. L’automobilista, a quel punto, ha invertito repentinamente la marcia e si è allontanato a forte velocità, finendo però fuori strada. A quel punto è stato poi raggiunto dalla pattuglia della polizia. Sottoposto all’alcoltest il giovane è risultato con un valore pari a 0,59 g/l. Nell’auto inoltre è stata trovata una mazza di legno e pertanto è stato denunciato anche per porto abusivo di armi oltre ad essere sanzionato per le diverse infrazioni al Codice della Strada che hanno comportato al giovane il ritiro della patente di guida, sanzioni per 1.636 euro e meno 43 punti sulla patente. Ma in apertura parlavamo del record ineguagliabile sempre ottenuto da un giovane veneto. Un 19enne di Treviso è infatti riuscito nell’incredibile missione di perdere 138 punti della patente in 6 minuti di guida. Era il 2o settembre dello scorso anno quando il 19enne di Breda di Piave, neopatentato stava guidando l’auto intorno alle 3 di notte. Ad un certo punto si imbatte in un controllo dei carabinieri che gli intimano di fermarsi. Ma lui, invece di accostare, accelera e scappa via. Ne nasce un inseguimento, ma intanto i militari riescono a leggere il numero di targa e documentare – nel corso della fuga – una infinita serie di infrazioni del codice della strada. Il ragazzo, però, riesce a sfuggire alla “cattura” e pensa di averla fatta franca. Ma la sorpresa arriva il giorno dopo quando i carabinieri compilati i verbali intercettano nuovamente la Peugeot 307 della sera precedere e la fermano. Questa volta il 19enne non oppone resistenza e si ferma all’alt. Di fronte all’evidenza il ragazzo, incalzato dalle domande dei militari dell’Arma, non può che confessare che era lui la sera prima alla guida dell’auto incriminata. Il risultato finale, oltre alla saltissima pena pecuniaria è stata la sospensione della patente e i 138 punti decurtati. Il ragazzo per tornare in pari con i punti dovrebbe dare 7 volte l’esame della patente

Share Button

Comments are closed.