20/05/2018

Frenesia e problemi della quotidianità ci rendono spesso colpevoli di non considerare gli alberi come un bene prezioso, da rispettare e contemplare. Spesso passano inosservati perchè sono sempre stati lì, nello stesso posto e ci hanno sempre accompagnato silenziosi. Un albero caduto per malattia o per il vento troppo forte è più considerato un ostacolo, uno scampato pericolo se non è caduto su un’automobile o una persona che piuttosto un pezzo di ambiente perduto. E le deforestazioni devastanti sono troppo lontane per fornirci una emozione che ci condizioni a tal punto da risvegliare un qualsiasi impegno diretto o maggiore sensibilità. Ed è per questi motivi che ogni azione concreta che si accompagni alla Festa degli alberi va sottolineata per il valore etico e di impegno civile che ha. Ritrovarsi quindi venerdì 21 novembre in una zona della città di Udine vicina al parco Moretti (area verde di via Quarto angolo via Villa Glori) che, in prospettiva, sarà un Bosco in città, la cui costruzione albero dopo albero è iniziata nell’aprile del 2012, ha un valore sostanziale, soprattutto se proiettato sulle nuove generazioni. Dalle nove alle undici le autorità cittadine, con probabile presenza del sindaco, il Lions Club Udine Duomo con i soci e il suo presidente Giovanni Aresta, insieme a scolaresche delle Scuole primarie della città si ritroverrano per continuare l’opera di piantumazione di alberi. Il Lions ha acquistato dieci piante di alto fusto (frassini,abeti e noccioli) mentre dalla Forestale arrivano otto filali di piante.
L’atto di piantumare un albero non è retorica. Ed ogni operazione di questo tipo va ricordata perchò è doverosopiantare mettere a dimora prima che tagliare. Basti solamente ricordare la capacità del verde di assorbire le polveri sottili, di assorbire anidride carbonica e di conferire ossigeno. La diminuzione della CO2, grazie al protocollo di Kyoto, produce anche crediti che possono essere trasformati in risorse economiche a copertura dei costi delle manutenzione del verde. Altro aspetto di pari importanza rispetto alla rigenerazione dello stesso.

Share Button