23/04/2019

«La dismissione della bretella ferroviaria che taglia in due la città, era totalmente assente nell’accordo precedente. C’è invece, finalmente, nell’intesa raggiunta giovedì scorso al ministero dei Trasporti. E già tra un mese, dopo l’eliminazione del traffico merci, c’è pure l’impegno di Rete ferroviaria italiana ad avviare una drastica riduzione del traffico passeggeri. L’ex assessore Santoro la smetta di prendere in giro i cittadini». E’ la replica del senatore Mario Pittoni, promotore del tavolo romano per l’eliminazione della linea cittadina con i suoi cinque passaggi a livello, all’ex assessore regionale Mariagrazia Santoro secondo la quale “è rimasto tutto come prima”. «Il comunicato finale del ministero – spiega Pittoni -, concordato su mia richiesta tra le parti, parla di “completamento delle opere della linea circonvallazione, che permetterà di procedere alla dismissione della tratta urbana”. E i 53 milioni è specificato rappresentare solo il “primo importo” di un investimento complessivo ben più consistente. A questo punto, resta quindi solo da vigilare sui tempi. Il vecchio accordo andava nella direzione opposta, accettando che Rfi si limitasse a effettuare una “valutazione di fattibilità tecnica dell’ipotesi di trasferimento del traffico sulla circonvallazione” dopo 4-5 anni, a conferma – conclude Pittoni – della dubbia disponibilità di allora a dismettere la tratta».

Share Button

Comments are closed.