18/01/2018

Il Consiglio regionale del Veneto ha approvato nella tarda serata di ieri un disegno di legge contenente “Disposizioni urgenti per la classificazione delle strutture ricettive”.
“Si tratta fondamentalmente della rideterminazione al 31 marzo 2018 del termine ultimo per la domanda di classificazione delle strutture ricettive turistiche – spiega l’assessore regionale al turismo, Federico Caner –. In base al principio di semplificazione del procedimento amministrativo, consentiamo alle strutture ricettive già esistenti di ottenere la classificazione in modo più semplice ed economico rispetto alle modalità previste per una struttura di nuova apertura, chiamata a dotarsi di maggiori e più costosi requisiti dimensionali e strutturali”.
Sono ben 1.800 le strutture ricettive che non hanno presentato la domanda di classificazione entro i termini precedentemente fissati, “pertanto – sottolinea Caner –questa proroga si rende necessaria per consentire ai numerosi operatori sin qui impossibilitati, per motivi di carattere tecnico e amministrativo, di ottenere la classificazione, di mettersi in regola e di evitare la chiusura dei propri esercizi, cosa che provocherebbe al settore dell’ospitalità turistica del Veneto gravi conseguenze economiche e occupazionali”.
Le domande di classificazione vanno presentate alla Città metropolitana di Venezia o alla Provincia territorialmente competente: decorso inutilmente il termine perentorio del 31 marzo prossimo, i Comuni, su segnalazione della Città Metropolitana e delle Province, procederanno alla chiusura delle strutture ricettive inadempienti.
“Ringrazio i colleghi consiglieri regionali – conclude Caner – per la disponibilità e celerità con cui hanno approvato questa legge”.

Share Button