19/12/2018

Il turismo lowcost ha un nuovo punto di riferimento a Mestre, dove il Gruppo tedesco A&O ha inaugurato un mega ostello da nove piani e 1000 posti letto. L’edificio si trova a circa mezzo chilometro dalla stazione ferroviaria e riqualifica una tra le zone più degradate della città. Entro il 2020 è prevista l’apertura di un secondo stabile affiancato, capace di altri 700 posti letto. I prezzi per una notte p il mega ostello variano dai 12 ai 150 euro. Le prenotazioni, fin dalla apertura, hanno registrato una percentuale di occupazione superiore al 50 per cento.

taglio nastro ostello mestre-2

Dalle pagine del Corriere del Veneto, Claudio Scarpa, dell’Associazione Veneziana Albergatori, concede il beneficio del dubbio all’iniziativa ma rimane perplesso sul fatto che appare insensato bloccare, da una parte, nuove strutture ricettive in laguna e, dall’altra, dare via libera all’ampliamento di posti letto in terraferma, nelle immediate vicinanze di Venezia.

E l’assessore al turismo, Paola Mar, difende le scelte, precisando che i turisti dell’ostello proprio perché pernottano, non sono mordi e fuggi, che sono quelli che invece andrebbero ridotti. L’assessore rigetta anche posizioni pregiudizievoli sulla tipologia di turismo che frequenta gli ostelli: non è il portafoglio più o meno pieno che fa la differenza tra educazione e maleducazione.

Share Button

Comments are closed.