11/08/2020

TriesteLovesJazz si prepara ad omaggiare uno dei più grandi artisti italiani di sempre, oltre che un grande amico. Mercoledì 27 luglio, alle ore 21.00, in piazza Verdi, il festival propone un sentito e doveroso omaggio a Lelio Luttazzi: “A night for Lelio”. Maestro dello swing, attore, cantante, musicista, scrittore, conduttore televisivo e tanto altro: la storia di Lelio Luttazzi è quella di un grande e poliedrico artista, in grado di dare sempre il meglio di sé con incisività ed eleganza, raggiungendo le vette della notorietà grazie al suo estroso e indiscutibile talento.

Lelio LuttazziIl festival che lo vide in quell’indimenticabile e commovente concerto nella grande Piazza Unità gremita nell’agosto del 2009, vuole ricordare la figura di Luttazzi e la sua importante eredità artistica a sei anni dalla scomparsa. Una serata composita che esordisce – grazie alla collaborazione con il Conservatorio “Tartini” di Trieste – con due giovani pianisti allievi della classe di jazz di Matteo Alfonso (pianista e compositore veneziano, docente nell’istituzione triestina). Sono dunque Mosè Andrich e Marco Battigelli ad aprire la serata: un duo inedito e curioso, che mette insieme pianoforte acustico ed elettrico.

L’ironia, l’intelligenza, la versatilità e l’inestimabile talento di Lelio Luttazzi saranno oggetto anche della successiva performance, affidata a quattro musicisti di calibro internazionale, di grande spessore ed esperienza: diretti da Paolo Vianello (pianoforte), Alan Farrington (voce), Marc Abrams (basso) e Mauro Beggio (batteria) daranno vita a un concerto incentrato sulle musiche del Maestro, unitamente ad alcuni brani degli autori che Luttazzi amava e stimava e che facevano parte del suo repertorio.

Share Button

Comments are closed.