16/12/2017

Sarà un treno storico, messo a disposizione dalla Fondazione delle Ferrovie dello Stato, ad effettuare il viaggio inaugurale del 10 dicembre lungo la linea ferroviaria Sacile-Gemona, tra Sacile e Maniago, primo passo della complessiva riapertura dell’intera linea.

“Il treno storico inaugurale – ha precisato il direttore della Fondazione FS, Luigi Cantamessa – sarà composto, in accordo con la Regione, da una locomotiva a vapore Gruppo 728 di costruzione austroungarica, da carrozze storiche Centoporte e da un bagagliaio che consentirà l’eventuale trasporto di bici al seguito”.

“Fondazione FS e Regione – ha spiegato Santoro – si sono confrontate per avviare la pianificazione congiunta della programmazione dei treni storici per il prossimo anno, creando un’offerta complessiva a favore delle principali manifestazioni regionali e delle singole iniziative culturali, fino all’offerta culturale e turistica del territorio attraversato dalla linea ferroviaria Sacile-Gemona”.

Il Gruppo FS assieme alla Fondazione ha previsto anche un investimento di oltre un milione di euro per il recupero di un immobile a Casarsa della Delizia da adibire a deposito per i treni storici.

La Giunta regionale ha approvato la proposta di delibera sui titoli promozionali e integrati e le regole per l’utilizzo degli abbonamenti già emessi prima del 11/12/2017 da correlare all’avvio dei servizi ferroviari sulla tratta Sacile-Maniago che sarà inaugurata il prossimo 10 dicembre 2017.

“Si tratta di una prima definizione sperimentale di alcuni titoli di viaggio e di promozioni – ha spiegato l’assessore regionale Santoro – che possono accompagnare efficacemente il riavvio dei servizi ferroviari e le possibilità offerte da una maggiore integrazione di orari tra bus

e treno attuata in particolar modo in corrispondenza dei principali nodi toccati dalla tratta ferroviaria riattivata o connessa con i servizi automobilistici gestiti da Trenitalia (Maniago, Pinzano al Tagliamento, Aviano e la stessa Sacile)”.

Oltre a un titolo di viaggio promozionale di corsa semplice da utilizzare per ogni origine e destinazione lungo la tratta ferroviaria del costo di 1,55 euro per gli adulti e 1,25 per i ragazzi, l’altro elemento di novità è data dalla previsione di titoli integrati che consentiranno di viaggiare in continuità tra treno e bus senza la necessità di dotarsi di due biglietti o abbonamenti e con un costo nettamente inferiore.

L’integrazione riguarda per ora corse semplici, abbonamenti mensili, annuali e annuali studenti.

Per le corse in sovrapposizione, cioè con la possibilità di utilizzare sullo stesso percorso indifferentemente il treno o l’autobus, è previsto un valore dell’abbonamento pari al 60% del costo attuale della somma dei due abbonamenti. Nelle more del completamento dell’adeguamento dei sistemi di vendita di Trenitalia ai titoli integrati, sono utilizzabili anche per la tratta ferroviaria i titoli di viaggio emessi da Atap. Ai possessori di abbonamenti già emessi dalle Aziende

Trenitalia e Atap in data antecedente al 11/12/2017 è consentito, senza necessità di sostituzione, l’accesso anche ai servizi ferroviari per la tratta oggetto dell’abbonamento medesimo.

Share Button