18/01/2018

“Per l’anno 2018 le tariffe del trasporto pubblico locale in Friuli Venezia Giulia non subiranno alcun
aumento”.

Lo ha annunciato l’assessore regionale al Territorio, Mariagrazia Santoro, sintetizzando la delibera sul Tpl automobilistico, ferroviario e marittimo approvata dalla Giunta regionale.

“Pur in presenza di un’indicizzazione contrattuale positiva pari al 2,2% – ha rilevato Santoro – non ci sarà alcun rincaro per i cittadini/utenti”. Oltre alla conferma delle tariffe attuali, saranno mantenute tutte le agevolazioni, promozioni e sperimentazioni tariffarie già presenti nel 2017, compresa l’integrazione tariffaria sperimentale correlata alla riattivazione dei servizi ferroviari sulla tratta Sacile-Maniago.

Una novità è data dall’integrazione sperimentale tra Saf e Ferrovie Udine Cividale sulla tratta Udine-Cividale, che
consentirà, ad esempio, di viaggiare sulla tratta Udine-Cividale con entrambi i mezzi e un solo abbonamento, anche comprensivo del trasporto urbano, con un risparmio rispetto all’acquisto di due titoli di viaggio come avviene oggi. Lo stesso vale per gli abbonati delle Valli del Cividalese che raggiungono Udine, via Cividale. L’attivazione, dopo i necessari interventi di adeguamento dei sistemi informativi, è prevista per il 1 giugno 2018.

La delibera approvata prevede, infine, l’avvio di un approfondimento operativo con le aziende del Tpl automobilistico e marittimo da concludersi entro il primo trimestre del 2018 sugli impatti dell’equiparazione alla tariffa ordinaria del costo dei biglietti acquistati con dispositivi mobili. Oggi, infatti, l’acquisto del biglietto di corsa semplice alle fermate con dispositivi mobili, dove attivato, costa 1,50 euro contro 1,25 euro del biglietto acquistato in edicola.

Share Button