22/05/2019

ASCOLTA IL SERVIZIO:

Tutti con il fiato sospeso domenica 12 maggio  al Parco Terminal Nord quando un giudice del Guinness World Records – l’organo internazionale che certifica la realizzazione di record di ogni tipo a livello mondiale – ha misurato il grissino da 116,55 metri impastato e cotto a cielo aperto sulla promenade del Parco.

Il giudice ha poi decretato che il maxi grissino più lungo del mondo è stato conquistato dal Parco Terminal Nord che così entra ufficialmente nel guinness dei record.

Dopo un mese di prove, 40 persone all’opera, un impasto da 100 chili e un forno che ha viaggiato per mille chilometri per arrivare nel capoluogo friulano, il traguardo è stato raggiunto. E con una particolarità. Il forno usato per la cottura chiamato Europa, ispirato al vecchio continente, vanta già la cottura della pizza da record mondiale. Il grissino, con un diametro medio di circa 3 centrimetri, è stato cotto introducendo due metri di impasto alla volta nel forno, provvisto di una bocca di entrata e una di uscita, e rimanendo all’interno circa 2 minuti e mezzo, tempo necessario per la cottura. Sotto l’occhio vigile del giudice, il grissino non poteva avere alcun tipo di interruzioni.  

“Il mio ruolo è stato quello di far rispettare il regolamento – ha spiegato il giudice del Guiness World Recors, Lorenzo Veltri – ovvero il rispetto della ricetta tradizionale del grissino, cotto su corpo unico e senza rotture. Prima di oggi non esisteva un record del grissino più lungo. Dopo la proposta del Terminal Nord abbiamo creato questa nuova categoria stabilendo una lunghezza minima da rispettare di 110 metri. Questo era il primo tentativo, riuscito, al mondo”.

Grande la soddisfazione degli organizzatori e di tutti i partner della manifestazione: Cerealia, impresa leader del settore della panificazione e l’azienda Magliano Forni, guidati dallo staff degli esperti pluridetentori di record dell’agenzia JET’S.

Al termine dell’evento il grissino al San Daniele è stato porzionato e distribuito al pubblico, anche questa una regola dell’organismo internazionale che vuole evitare gli spechi di cibo. Tutto il prodotto rimanente è stato distribuito alla Croce Rossa Italiana.

“Una grande soddisfazione anche per il Comune di Udine – ha dichiarato l’assessore Maurizio Franz – perché questo evento ci colloca nel Guinness World Record ed è un onore per la nostra città. Un ringraziamento a tutti quelli che lo hanno reso possibile. Il risultato è eccezionale perché siamo andati oltre il record prefissato di 110 metri. Un ringraziamento anche al Consorzio di San Daniele, eccellenza del nostro territorio, che ha donato i prosciutti per ricoprire il grissino”. Il direttore del Terminal Nord, Gabriele Gentile, esprimendo la sua soddisfazione per il risultato, ha sottolineato il valore aggiunto che questa iniziativa ha aggiunto alla funzione primaria di un centro commerciale, che è quella dello shopping, soprattutto con l’obiettivo di valorizzare il territorio e i suoi prodotti titpici. Così è stato per il grissino e per il prosciutto che lo ha avvolto. “Senza questi presupposti – ha chiosato Gentile – non avremmo affrontato la sfida”.

Share Button

Comments are closed.