18/01/2021

“Terminal – Festival dell’arte in strada” – organizzato da Circo all’inCirca e Puntozero grazie al sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, l’assessorato alla Cultura del Comune di Udine, PromoturismoFvg e Fondazione Friuli e parte della rete culturale Intersezioni – sarà più che mai “local”, sempre a ingresso gratuito, ma con prenotazioni obbligatoria su www.terminal- festival.com. Vista la delicata fase che il mondo intero sta vivendo l’organizzazione ha voluto coinvolgere soprattutto artisti del territorio una scelta artistica mossa dalla volontà di sostenere «il nostro comparto culturale, che ha sofferto molto negli ultimi mesi e che lentamente si sta rialzando, con tenacia, determinazione e nuove idee», ha sottolineato Davide Perissutti di Circo all’inCirca.

Ecco allora che proprio la compagnia di circo contemporaneo con sede in città, per la primissima volta, non sarà solo organizzatrice dell’evento, ma metterà in scena una sua produzione originale: 0quadro32 (il 30 agosto, in piazza Venerio, alle 21). Un cabaret ammiccante, comico, basato sul rischio e sulla voglia di stare insieme, cercando di curare le ferite invisibili che il lungo periodo di distanziamento sociale ha causato nel modo di stare in compagnia. Uno spettacolo nato da un’idea di Davide Perissutti con la regia di Giorgio Bertolotti.
Il cabaret realizzato dagli artisti del Circo all’inCirca e dai loro colleghi è un omaggio ai circensi italiani ed esteri che scelgono il Friuli come punto di riferimento per la propria crescita umana ed artistica. Il titolo, da un’idea di Davide Visintini, rappresenta Udine e, insieme, l’attrezzo circense che sarà più visibile sul palcoscenico, il quadro aereo, sul quale due acrobate volteggeranno e si lanceranno a 4 metri di altezza.

Saduros

Ma a Terminal ci saranno anche altre importanti realtà del territorio che insieme a Circo all’inCirca fanno parte della rete Intersezioni: avremo la compagnia Arearea che ammalierà il pubblico di piazza Venerio con il suo “Play with me” (il 26 agosto, dalle 21); “Facchin Show” (il 29 agosto alle 21.30, in piazza Venerio) di Felici ma Furlans. Fra gli artisti del territorio anche il collettivo L’Amalgama che a Terminal porterà “Saduros”, una nuova performance itinerante, con partenza sempre da piazza Venerio alle 21 del 28 agosto. Infine da citare anche “Anticorpi liberi” (il 27 agosto dalle 21, in piazza Venerio), progetto realizzato in residenza all’interno del progetto Muja Buskers Festival, in co-produzione con la Compagnia OnArts. Da ricordare, poi, anche Elettra Del Mistro e Marco Floran che saranno presenti in due dei tre cubie di Terminal³ (tutti i giorni dalle 17 alle 20 nelle piazze Libertà e Venerio e in via Savorgnana).

Audiobus

GLI AUDIOBUS
In contemporanea ci sarà anche Audiobus (il 28 e il 29 alle 20 e 21; il 29 anche alle 15.50, 16.50,; il 30 alle 16.25, 17.25), progetto dell’associazione Zeroidee di Udine. La prima delle sue 5 tappe è proprio quella udinese che viene ospitata nel programma di Terminal e coinvolge nelle 2 linee di bus artisti della città (Renato Rinaldi, Francesco Collavino, Sara Chiarcos, Paolo Paron, Circo all’incirca etc). Indossate le cuffie basterà lasciarsi condurre dalla voce narrante in un viaggio fantastico, in bilico fra reale e surreale. A bordo di un bus urbano gli spettatori saranno condotti in un percorso straordinario, onirico, in cui arte e spazio pubblico si contaminano. Un viaggio capace di mostrare la città sotto un’altra luce. La performance multidisciplinare, dove tutto accade contemporaneamente dentro e fuori l’autobus, quest’anno moltiplica i suoi viaggi arrivando fino a Trieste (per la secondo volta) e facendo tappa anche a Gorizia-Nova Gorica (un’unica linea trasfrontaliera) e Aquileia. Audiobus dà quindi appuntamento per la sua 4^ edizione e lo fa con un programma tutto nuovo e ben quattro corse in “notturna”! Come di consueto i posti saranno limitati (massimo 35 persone per ogni corsa) e sarà obbligatoria l’iscrizione online sulla pagina Facebook di Zeroidee oppure sul sito terminal-festival.com (a partire dal 19 agosto).

Audiobus

AUDIOBUS, LINEA 4 – La linea 4 (di Sarah Chiarcos con le voci di Angelo Floramo e Carlo Zoratti e i contenuti multimediali a cura di Francesco Collavino) racconterà la storia di una famiglia come tante, con una tavola apparecchiata per un pranzo che non andrà come previsto. Le cose vanno sempre come al solito, finché semplicemente non vanno in un altro modo. Perché può succedere di perdersi – di perdere la strada, di perdere il filo – e le cose non saranno mai più come prima. Audiobus linea 4 partirà venerdì 28 agosto e sabato 29 alle 20 e alle 21. L’orario indica il ritiro cuffie in via Ciconi 4, il pubblico verrà poi accompagnato alla fermata di partenza in Stazione FS. Il viaggio durerà circa 45 minuti.

AUDIOBUS LINEA 2 – La linea 2 (di Circo all’inCirca e Paolo Paron, voce di Giulia Pes) che partirà sabato 29 agosto alle 15.50 e alle 16.50; e domenica 30 agosto, alle 16.25 e alle 17.25 (l’orario indica il ritiro cuffie in via Ciconi 4, il pubblico verrà poi accompagnato alla fermata di partenza in Stazione) porterà gli spettatori nella festa che non c’è. Cosa succederebbe se all’improvviso venissero a mancare le feste? Quei tanto attesi momenti di incontro popolare, riti di leggerezza e profondità del cuore, di giochi e balli, da sempre accompagnano le comunità nel susseguirsi delle stagioni. Sarà dunque un viaggio verso la festa che non c’è, non sappiamo quando, dove e come tornerà, la attendiamo con trepidazione, perché forse la festa è dentro ognuno di noi. La linea 2 partirà sempre dalla Stazione FS. La corsa durerà circa 45-50 minuti.
I posti sui bus saranno limitati a massimo 35 persone per ogni corsa, per questa ragione l’organizzazione ha previsto un’iscrizione online. Dal 19 agosto sarà sufficiente prenotare il proprio posto sulla pagina Facebook di Zeroidee oppure sul sito terminal-festival.com, scegliendo la data e l’orario della corsa.
L’organizzazione, per questa edizione ha deciso di non far pagare il biglietto. L’accesso alla performance sarà dunque gratuito. I ticket dovranno essere ritirati, all’infopoint di via Ciconi 4. In quell’occasione saranno consegnate anche le cuffie. Coloro che non si presenteranno all’orario indicato non avranno più diritto di prelazione sul posto prenotato. Da lì i partecipanti saranno accompagnati alla fermata dell’autobus in Stazione dai volontari dell’evento. Audiobus è un format di Zeroidee sviluppato in collaborazione con Giovanni Chiarot e Renato Rinaldi. La tappa di Udine è in partenariato con Circo all’InCirca e Terminal Festival e realizzata grazie al sostegno della Regione Fvg, del Comune di Udine, e di Fondazione Friuli, con il supporto di Autoservizi FVG S.p.A. SAF.

Questi sostenitori sono anche quelli dell’interno Terminal, ideato da Circo all’inCirca e Puntozero, ai quali si aggiung anche PromoturismoFVG e le collaborazioni di
associazione Brocante, associazione Magdaclan, Lés Décomposés, Cefd Centro Edile, associions architetti Alunni Udine, Cirqueon ops, asp Arsmotus, Comune di Buttrio, Muja Buskers Festival, rete culturale Intersezioni.

Informazioni e programma dettagliato su: www.terminal-festival.com

foto di copertina Playwithme

Share Button

Comments are closed.