10/12/2019

“Una decisione inaspettata e inaccettabile che assume i contorni dell’incredibile per la straordinaria dissonanza con le recenti dichiarazioni del presidente della Repubblica Mattarella, che appena due giorni fa a Trieste, presenziando alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico, ha celebrato la funzione che svolge la Sissa a livello nazionale e internazionale, elogiandone risultati e successi e definendola importante frontiera di collaborazione al miglioramento del tessuto civile del Paese”.

Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin, dopo aver appreso dei tagli economici che graveranno, secondo quanto diffuso dalla stessa Scuola internazionale di Studi Superiori Avanzati, sul bilancio della prestigiosa realtà scientifica regionale.

“I tagli che, se confermati, porteranno a un’inevitabile riduzione delle attività soprattutto a danno del territorio regionale, sono un attacco non solo alla Sissa, ma all’intero sistema di ricerca e di eccellenza scientifica che caratterizza il Friuli Venezia Giulia e che dovrebbe essere incentivato e sostenuto invece che mortificato con ipotesi di accorpamento, come nel caso dell’Ogs di Trieste e ingiustificate riduzioni di finanziamento”.

Share Button

Comments are closed.