21/08/2019

La Regione Friuli Venezia Giulia sta predisponendo una legge per tutelare e valorizzare al meglio i cinque siti Unesco che si trovano in regione   con l’ulteriore obiettivo di incrementarli attraverso la candidatura transnazionale con la Slovenia per il territorio del Collio-Brda.

A questo proposito, come annunciato dall’Amministrazione regionale, rappresentata dall’assessore alla Cultura, nel corso dell’Unesco Youth Forum  a Trieste, sarà molto importante l’apporto dei giovani.

Nell’ottica che ogni bene culturale può fornire una ricaduta economica, la Regione è impegnata a fornire un’informazione sussidiaria per migliorare la capacità degli altri enti nell’attrarre finanziamenti privati a un sistema che, progressivamente, deve e dovrà fare i conti con maggiori richieste di fondi che le istituzioni pubbliche non potranno soddisfare da sole.

In merito alla candidatura Unesco per il sito Collio-Brda, la Regione intende promuovere un tavolo con più interlocutori che coinvolga attivamente i Giovani Unesco e renda evidente ai produttori di vino che si sta lavorando per offrire loro un vero e proprio valore aggiunto.

Share Button

Comments are closed.