17/09/2019

ASCOLTA IL SERVIZIO:

4

Con il concerto gratuito di Morgan, venerdì 6 settembre,  con lo spettacolo “Leonardo” di Vittorio Sgarbi di sabato 7 settembre al teatro Odeon, l’evento “Moda in piazza” e il concerto Strings Rock Band, il Settembre Latisanese intende suggellare al meglio la sua ventiseiesima edizione. Una tre giorni, dal 6 all’8 settembre, che si completa con workshop, showcooking, gare e dimostrazioni sportive e mostre.

 Morgan porterà sul palco il suo nuovo progetto dal titolo “Concerto Bioelettrico”, con tutti i suoi successi e quelli dei Bluvertigo di cui è fondatore, insieme ad omaggi a mostri sacri della musica italiana ed internazionale. Prima del concerto, alle 19:30, ci sarà il taglio del nastro del Settembre Latisanese, che torna a chiamarsi così dopo la parentesi in cui veniva presentato come Settembre DOC.

Negli stand enogastronomici si potranno assaggiare le tipicità regionali ma anche italiane, affiancate da alcune proposte internazionali. Fulcro degli  showcooking con noti chef professionisti della regione sarà lo stand dell’Associazione Cuochi di Udine. Su iniziativa della  Consulta dei genitori di Latisana e Ronchis le famiglie potranno usufrire del “Pit Stop Baby”, uno spazio con fasciatoi e punti per l’allattamento.

Abbinato al Settembre Latisanese torna per la sua  26ma edizione il Premio Letterario Internazionale “Latisana per il Nord-Est”, che quest’anno dedica ampio spazio a Leonardo e alla storia di Latisana.

IL 5 settembre, alle ore 18:30, nella sala consiliare del municipio si terrà la conferenza ” Un paese, un fiume. Storia di latisana dal Medioevo al Novecento”, un progetto per la storia della città.

Sabato 7 settembre, al teatro Odeon, lo spettacolo ” Leonardo” di e con Vittorio Sgarbi, che scandaglia  il genio toscano.

Altre iniziative dedicate a Leonardo sono il Laboratorio “Sulle tracce di Leonardo” dedicato ai più giovani, la conferenza  del 25 settembre alle ore 10:00 presso il Teatro Odeon “Sinesteticamente Leonardo. La scienza alle radici del genio”, in cui si affronta l’ipotesi che Leonardo fosse sinestetico oltre ad essere dislessico ed affetto da disturbo di deficit di attenzione/iperattività e ci si chiederà se fossero questi possibili disturbi neurologici alla base della sua genialità. Venerdi 27 settembre andrà in scena lo spettacolo “Io, Leonardo da Vinci. Vita segreta di un genio ribelle” di e con Massimo Polidoro.

Venerdì 13 settembre, al caffè Garibaldi, si torna a parlare di territorio, in particolare del Tagliamento, con la presentazione del libro “Locanda Tagliamento” con l’intervento degli autori Fabiana Dallavalle, Luca Alfonso d’Agostino e Paolo Forte.

Il calendario del Premio si concluderà sabato 5 ottobre, alle ore 18:00, al teatro Odeon, con la cerimonia di consegna dei riconscimenti del Premio Letterario Internazionale “Latisana per il Nord-Est” , con vincitori nelle sezioni Narrativa, Leonardo e Territorio. Nella sezione narrativa sono in finale Guido Barbujani (Tutto il resto e provvisorio edito da Bombiani), Romolo Bugaro (Non c’è stata nessuna battaglia, edito da Marsilio) e Cristiano Caracci ( Il capitano della torre di Galata, edito da Santi Quaranta). I finalisti della sezione Leonardo sono Pierluigi Di Piazza ( Non girarti dall’altra parte, edito da Ediciclo), Silvino Gonzato ( Lievito madre ,edito da Neri Pozza) e Mario Turello ( Ars Combinatoria, edito da La Nuova Base). Ilpremio Territorio è già assegnato a “L’animale Femmina” di Emanuela Canepa.

Share Button

Comments are closed.