16/01/2018

Il Friuli Venezia Giulia parteciperà come partner associato al progetto Scet Net (Senza Confini Education and Training network) che verrà presentato nell’ambito del programma di cooperazione Interreg V A Italia-Austria 2014-2020. Lo ha approvato la Giunta regionale su proposta dell’assessore all’Istruzione Loredana Panariti.

Lo scopo principale del progetto è quello di avviare una stabile cooperazione istituzionale per armonizzare le normative che regolano la formazione dei Paesi partner, in modo da poter avviare  modelli pedagogici funzionali  a percorsi di scambio transfrontalieri e per il riconoscimento delle competenze acquisite.

Rientreranno nelle varie sperimentazioni giovani dai 16 anni in su, inclusi nella filiera dell’istruzione e formazione professionale, comprendendo per il Veneto e il Friuli Venezia Giulia anche i sistemi dell’istruzione tecnica superiore e secondaria superiore, attraverso la modalità dell’alternanza scuola lavoro o stage e in Carinzia anche gli apprendisti.

L’obiettivo è arrivare ad esperienze lavorative  riconosciute ed effettivamente spendibili su tutto il territorio, ampliando così  le possibilità occupazionali dei giovani e promuovere lo sviluppo economico dell’Area programma .

La proposta progettuale vede fra i partner l’Ufficio scolastico e le Camere di commercio di Carinzia e Fvg, oltre alla Regione Friuli Venezia Giulia, il Veneto e il Land Carinzia, e prevede un budget complessivo di 1.108.833,00 euro.

 

Share Button