22/10/2018

“E’ una svolta storica: per la prima volta la Banca Europea degli Investimenti si impegna per un’iniziativa di questo tipo. La buona programmazione paga sempre. Il Veneto apre ancora una volta da pioniere una nuova via, ed è quella che porta dritta al futuro della sanità trevigiana”.

Così il Presidente della Regione del Veneto commenta la notizia dell’impegno della Bei che, con due diversi prestiti, uno alla Società Ospedal Grando Spa, e uno all’Ulss 2 della Marca, sosterrà la realizzazione della Cittadella della Salute di Treviso.

L’ammontare delle due operazioni è pari a 68 milioni di euro.

“Anche l’entità della cifra – aggiunge il Governatore – dimostra tutta la validità e l’importanza di un progetto che la Regione ha fortemente voluto e che la sanità trevigiana merita per la sua qualità. Le politiche di salute per tutti i trevigiani, ma anche per una parte importante del Veneto che trova nel Cà Foncello le risposte che cerca, hanno trovato il riconoscimento e la fiducia di un’entità rigorosa come la Bei – conclude il Presidente – che ringrazio per aver scelto Treviso e il Veneto come obbiettivi del suo impegno finanziario”.

Share Button

Comments are closed.