07/07/2020

Di Marco Mascioli

Per i bambini e i ragazzi dai 3 ai 14 anni, nonostante tutti i vincoli imposti dalla pandemia e nel rispetto delle regole imposte per evitare il pericolo di contagio, l’amministrazione del Sindaco Mario Anzil di Rivignano Teor ha organizzato i centri estivi.

I centri estivi del Comune di Rivignano Teor si svolgeranno a Teor nelle scuole, in prossimità del municipio, dal 29 giugno al 31 luglio. Con i partecipanti divisi in piccolissimi gruppi, in base all’età e ci dovranno essere tantissimi docenti, assistenti e formatori. Dovranno attenersi alle linee guida regionali, che definiscono criteri e modalità per l’ offerta in sicurezza di attività educative, ludiche e ricreative diurne per bambini e adolescenti.

Molto severe le misure igienico sanitarie da seguire, rispetto all’ambiente, i minori, i familiari e gli operatori, la predisposizione da parte di ogni servizio di momenti di formazione specifica per gli operatori relativamente alle misure di prevenzione e contenimento della diffusione del COVID-19, la necessità di usare spazi come giardini, campi sportivi, aree verdi, per facilitare il distanziamento, ma anche le attenzioni speciali per l’accoglienza di bambini e adolescenti con disabilità.

Un’opportunità per i lavoratori e non solo, perché dopo la chiusura delle scuole a causa del Corona Virus costringendo anche i giovani all’isolamento, facendogli mancare le opportunità di socializzazione, sarà un bene soprattutto per loro poter tornare insieme ai compagni di scuola e gli amici a giocare, divertirsi e anche a studiare per recuperare un po’ del tempo perso negli ultimi tre mesi.

Tutte le nuove norme emerse dopo il Corona Virus hanno portato alla lievitazione dei costi, con un maggiore impegno economico da parte dell’amministrazione comunale per contenere la quota in carico alle famiglie a 50 euro la settimana, come ci spiega il ProSindaco di Teor Emanuele Bazzo nell’intervista.

Share Button

Comments are closed.