05/08/2021

Garantire la salute dei cittadini, a tutte le età, assicurando l’integrazione dei servizi e quindi la continuità dell’assistenza tra l’ospedale in cui affrontare le patologie acute e il territorio ove far fronte alle cronicità attraverso una rete assistenziale in cui rivestiranno un ruolo fondamentale, da una parte il distretto sotto il profilo organizzativo, dall’altra soprattutto i medici di famiglia.

Questi i contenuti chiave del disegno di legge di riordino del sistema sanitario regionale del Friuli Venezia Giulia. Circa seicento posti letto in meno per gli acuti e riconversione di alcune strutture per potenziare la riabilitazione, le lungodegenze, gli hospices e gli stati vegetativi.

IL ddl prevede 5 aziende per l’assistenza sanitaria. Ad esse si aggiungono gli Istituti Burlo Garofalo di Trieste e il CRO di Aviano nonchè una nuova struttura, l’ente per la gestione accentrata dei servizi sanitari. Neli ospedali di Trieste, Udine e Pordenone si concentreranno le eccellenze specialistiche e le alte tecnologie. Gli altri saranno nosocomi a media intensità di intervento. I Distretti avranno un bacino di utenza compreso tra i 50 e i 100 mila abitanti.
Entro la fine del 2016 i medici di famiglia dovranno lavorare in gruppo ( almeno di sei) insieme a collaboratori di studio ed infermieri per tenere aperti gli ambulatori 12 ore al giorno per 6 giorni alla settimana. Forte accelerazione sarà data all’informatizzazione del Servizio Sanitario Regionale.

Share Button

Comments are closed.

Cheap Tents On Trucks Bird Watching Wildlife Photography Outdoor Hunting Camouflage 2 to 3 Person Hide Pop UP Tent Pop Up Play Dinosaur Tent for Kids Realistic Design Kids Tent Indoor Games House Toys House For Children
Translate »