25/11/2017

Entro la fine dell’anno la Regione Friuli Venezia Giulia valuterà e certificherà i principali rievocazioni storiche che vengono organizzate sul territorio regionale allo scopo di promuoverle. Ciò è quanto emerso a Pordenone nel corso della presentazione della 25. edizione del Medioevo a Valvasone, iniziativa in programma nella cittadina pordenonese dall’8 all’11 settembre prossimi. Alla presenza del sindaco di Valvasone Markus Maurmair nonché della presidente dell’associazione culturale Grup Artistic Furlan che cura l’evento, Sandra Bono, e del direttore
artistico Luca Altavilla, il vicepresidente della Regione Bolzonello ha ricordato il lavoro che si sta compiendo attraverso PromoTurismoFvg per rafforzare un importante club di Comuni e associazioni che organizzano eventi basati sulle rievocazioni storiche.

“Le rievocazioni storiche sono delle iniziative sulle quali la Regione ha deciso di investire – ha precisato Bolzonello -creando un apposito filone per la promozione turistica. Queste manifestazioni, capaci di garantire un alto grado di attrazione, meritano un sostegno con il quale programmare l’attività; quest’ultima, molte volte,
travalica l’aspetto più prettamente turistico, associando anche quello culturale, come nel caso dell’iniziativa di Valvasone”.

“Terminato il censimento – ha aggiunto il direttore generale di PromoTurismoFvg Marco Tullio Petrangelo – verrà fotografato il settore e analizzata la qualità dei “prodotti” legati alle rievocazioni offerti dalle varie associazioni, per poi promuovere in modo complessivo il piano delle iniziative presenti in regione.

20170905_175718 (Small)
Per quanto riguarda in modo specifico il Medioevo a Valvasone, il tema di quest’anno sarà dedicato all’eroe leggendario Beowulf, uno dei miti più antichi e universali che lotta e sconfigge i mostri epici, ispirato da una delle opere principali della poesia inglese. Le gesta dell’eroe saranno raccontate nelle tre giornate
della rievocazione attraverso rappresentazioni itineranti per le vie e piazze del borgo pordenonese.

Share Button