21/10/2018

La vigilanza di Federcaccia Udine scopre una discarica a cielo aperto a Mortegliano.
Lavatrici e frigoriferi, divani e materassi, pneumatici e cerchioni. Pure una bombola di gas. Una discarica a cielo aperto, manifestazione dell’inciviltà di qualche cittadino. La scoperta, domenica mattina, in comune di Mortegliano al confine con quello di Pozzuolo, è della vigilanza Federcaccia. «Eravamo in servizio sulla caccia – fa sapere il coordinatore Salvatore Salerno – quando ci siamo accorti che, all’interno di un boschetto, non visibile dalla strada, giacevano oggetti e attrezzature di ogni tipo. Evidentemente, e in più riprese, persone prive di ogni scrupolo si sono sbarazzate, senza il rispetto delle regole, di una notevole quantità di rifiuti di vario genere, in particolare elettrodomestici e mobili, ma anche prodotti di officina meccanica, probabilmente il residuo di un cambio gomme auto casalingo».
Come vigilanza Federcaccia, prosegue Salerno, «siamo ora chiamati alla segnalazione agli organi preposti che provvederanno a organizzare lo smaltimento a termini di legge e quindi alla pulizia del sito». Non la prima volta, peraltro, che accadono episodi del genere. «Il nostro compito, con l’inizio della stagione venatoria, è in primis quello dell’antibracconaggio – spiega il coordinatore degli agenti –. Ma non di rado ci capita purtroppo di dover segnalare situazioni di degrado dovute alla maleducazione di qualcuno».

—————-

NdD (nota del Direttore)

Inciviltà, mancanca di rispetto per l’ambiente, mancanza di cultura, propensione all’illegalità non fosse altro che per pigrizia ed ignorante arroganza , mancanza di rispetto per il prossimo come conseguenza diretta ed inaccettabile . Esistono “sacche o zavorre umanoidi” che il consorzio umano si porta dietro, che ben meriterebbero efficaci percorsi di rieducazione forzata ( chi vuole fare polemicamente dei parallelismi con storici luoghi di rieducazione, faccia pure). Noi, intanto, siamo costretti a raccogliere i cocci disseminati dall’inciviltà. Abbiamo inventato le piazzole, dove tutto si può buttare, dove tutto può essere raccolto. Basta esibire una carta di identità o il proprio codice fiscale e nessuno ti impedisce di gettare un frigorifero nell’apposito cassonetto. E non sono piazzole desolatamente vuote…migliaia sono i cittadini che diligentemente si presentano per eliminare ogni sorta di oggetto. Eppure, ci troviamo a dover assistere a panorami come quello che ben descrive la foto e di fronte al quale si è trovata la pattuglia di Federcaccia. Riufiuti gettati di nascosto da persone che non sono dissimili dagli stessi rifiuti di cui si liberano. Quegli oggetti non sono stati portati a spalle in quel luogo…qualche chilometro in più e sarebbero finiti nel posto ad essi destinato.

GFB

Share Button

Comments are closed.