16/11/2018

ProWein, la “Messe” di Düsseldorf (Germania) in programma da domenica 18 a martedì 20 marzo, una delle più grandi fiere al mondo dedicate al vino e ai liquori, rappresenta uno  dei luoghi migliori per mettere in mostra le eccellenze del territorio regionale. E il Friuli Venezia Giulia, grazie all’organizzazione dell’Ersa, Agenzia regionale per lo sviluppo rurale, si presenta puntuale  e con numeri da record all’appuntamento anche quest’anno, con i suoi prestigiosi vini, che troveranno spazio in un’area di oltre  300 mq dislocata nel Padiglione 15, allestita secondo  la formula espositiva  già utilizzata con successo in manifestazioni come  Vinitaly e Vinexpo.

L’ottavo anno di presenza dell’Ersa come regista della partecipazione regionale alla rassegna, vede un nuovo record assoluto nel numero di aziende vitivinicole regionali partecipanti alla collettiva: ben 64 aziende rappresentative di tutto il territorio regionale.

“Il territorio del Friuli Venezia Giulia – commenta l’Assessore alle risorse agricole e forestali Cristiano Shaurli –  ha una naturale vocazione alla viticoltura grazie al suo clima e a terreni così diversi tra loro che ne fanno un luogo predestinato alla produzione di vini eccezionali. L’obiettivo ora,  è di farli conoscere sempre di più al mondo partendo in primis dai professionisti del settore presenti in massa a Düsseldorf; Come sempre poi – conclude l’Assessore –, uniremo i nostri vini al nostro territorio perché è quello che li rende unici e perché vogliamo che sempre più persone conoscano il Friuli Venezia Giulia anche attraverso la qualità dei suoi prodotti”

Fiera leader dell’industria internazionale del vino e degli alcolici, ProWein ha festeggiato nel 2014 il suo 20° anniversario. Nell’ormai lontano 1994 era chiamata Pro-Vins e contava 321 espositori provenienti da 9 Paesi e 1.517 visitatori, principalmente dalla Germania e dalla Francia. Oggi a Düsseldorf arrivano oltre 6.600 espositori provenienti da 295 territori di produzione di 60 Paesi di Europa, America, Africa, Asia ed Oceania, per un’affluenza di pubblico che supera i 60.000 visitatori internazionali (58.500 specializzati).

Si tratta un target composto soprattutto da figure professionali fortemente specializzate nel settore enologico come importatori, commercianti al dettaglio e all’ingrosso, rappresentanti di Gdo e di prestigiose enoteche, ma anche dell’industria alberghiera e della ristorazione, provenienti da 130 nazioni”. Il 96% del pubblico specializzato ha raggiunto i propri obiettivi alla ProWein 2017 rimanendo soddisfatto dei risultati.  Fedele al motto “ProWein goes city”, la fiera ha esteso il suo raggio d’azione a ben 50 location  nella città. Qui, e nelle innumerevoli manifestazioni notturne, è possibile scegliere tra degustazioni, menù di alta classe e bottle-party in un’atmosfera di totale relax.

La “Messe” si articola in mostre speciali, seminari e masterclass, dove si presentano con sistematicità gli sviluppi e le novità più importanti.  Diversamente da altre fiere ProWein realizza un concetto di B2B vero: l’accesso al solo pubblico specializzato. Pertanto, ogni singolo contatto è professionale.

Share Button

Comments are closed.