17/01/2018

Il primo degli appuntamenti dell’iniziativa in materia di Protezione Civile dedicata alle istituti scolastici del Veneto denominata “Scuola Sicura” si svolgerà sabato 29 aprile in provincia di Belluno nel Comune di Comelico Superiore, coinvolgendo gli alunni delle scuole elementari e medie. Sabato 13 maggio toccherà poi alla provincia di Padova, con il Comune di Este; Isola Rizza nel veronese giovedì 18; Rosà per la provincia di Vicenza sabato 20; mercoledì 24 toccherà quindi al trevigiano con Meduna e Motta di Livenza; Salizzole ancora in provincia di Verona sabato 27 e poi Fossalta di Piave lunedì 29 per la provincia di Venezia. Fiesso Umbertiano, comune della provincia di Rovigo, chiuderà questo primo giro di appuntamenti sabato 3 giugno.

“Si tratta solo di un primo ciclo di tappe dell’iniziativa – spiega l’assessore alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin –; infatti sono state talmente tante le richieste dei comuni veneti che dovremo proseguire anche nei prossimi anni scolastici per dare soddisfazione a tutte le realtà che hanno manifestato il loro interesse”.

“La giornata tipo – spiega l’assessore – consisterà in una mattinata di studio in tema di protezione civile, in cui agli alunni saranno spiegate le procedure in caso di sisma e di incendio e verranno anche fatte delle simulazioni di evacuazione: allarme, avvio procedure, evacuazione propriamente detta, recupero dei feriti da parte dei soccorritori”.

Successivamente verrà svolta un’analisi degli errori eventualmente compiuti da alunni e insegnanti e si parlerà anche dei piani comunali di protezione civile. Verranno forniti inoltre una serie di numeri utili in caso di emergenza.

“Il tutto si svolgerà sotto il coordinamento dell’Assessorato e della Direzione Protezione Civile regionale – dettaglia Bottacin -, coadiuvati dalle amministrazioni comunali per il raccordo con i gruppi di protezione civile locali, ma anche con l’intervento dei vigili del fuoco, del Suem e altri organi ministeriali di polizia”.

In area esterna all’edificio scolastico saranno invece presentati i mezzi dei volontari di protezione civile e delle forze dell’ordine ed è previsto anche l’atterraggio di un elicottero.

“Nel creare l’evento ci siamo posti un duplice obiettivo – conclude l’assessore -: insegnare agli alunni con una didattica semplice comportamenti corretti volti a prevenire possibili pericoli e incidenti, ma anche far nascere in loro una cultura della sicurezza e far capire che a fare protezione civile non sono solo gli uomini in divisa, ma ognuno di noi”.

Proprio a questo scopo, affinché il percorso didattico non resti solo il ricordo di una giornata particolare, a tutti i bambini verrà anche consegnato un libretto con le principali regole e i rischi da conoscere e i numeri utili in caso di necessità.

Share Button