22/07/2018

In Slovenia in luglio la produzione industriale è aumentata dell’1,3% rispetto al mese precedente e del 7,4% su base annuale. Lo si ricava dai dati dell’Ufficio nazionale di Statistica sloveno.
Alla crescita su base mensile hanno contribuito soprattutto l’aumento nel settore manifatturiero (+1,7%) e la produzione di energia elettrica, gas e vapore (+0,9%). È invece in calo la produzione mineraria (-11,4%). Nei primi sette mesi dell’anno la produzione industriale è salita del 6% rispetto allo stesso periodo del 2015. Inoltre la Slovenia si piazza al novantasettesimo posto, tra i 159 Paesi considerati nella classifica sulla libertà economica per il 2016.

La graduatoria è redatta, con i dati relativi al 2014, dal Centro di ricerca canadese Fraser Insitute. Come scrive l’ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane), la stampa locale evidenzia che dopo essere retrocessa in questa classifica per sei anni consecutivi, la Slovenia è riuscita a frenare la tendenza negativa guadagnando 14 posizioni rispetto all’anno precedente. Tra i fattori positivi che hanno concorso alla ripresa, i media sloveni segnalano i provvedimenti per il bilanciamento dei conti pubblici introdotti nel 2013 e poi prorogati.

Share Button

Comments are closed.