19/10/2017

Il Veneto è tra le più grandi regioni d’Italia quella che vanta nel servizio di trasporto ferroviario gestito da Trenitalia le migliori performance su fronti quali la puntualità, l’affidabilità e la soddisfazione dei consumatori. A illustrare questi primati è stato stamane a Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale a Venezia, il Direttore della Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia, Orazio Iacono, nel corso di una conferenza stampa con il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia e l’assessore ai trasporti Elisa De Berti . I risultati dell’indagine di customer satisfaction promossa dalla stessa Trenitalia in Veneto, testimoniano di una clientela sempre più contenta del servizio nella sua complessità, con dati nettamente incoraggianti se confrontati con quelli registrati nel 2012. “Abbiamo fatto dei passi da gigante – ha sottolineato con soddisfazione il Presidente – e la situazione che emerge da questa indagine, condotta su basi scientifiche, testimonia l’impegno concreto profuso dalla Regione del Veneto insieme a Trenitalia in questi anni, soprattutto per dare risposte al trasporto pendolare. Molto abbiamo fatto e molto vogliamo ancora fare, nella consapevolezza che esistono ulteriori margini di miglioramento, ma l’analisi svolta dice indiscutibilmente che vince la squadra veneta”. La ricerca riporta un gradimento per la qualità del viaggio nel suo complesso di ben il 90,3% degli intervistati rispetto al dato nazionale che si ferma all’81,4%, con un notevole incremento rispetto al passato di voci quali la pulizia (79,7% soddisfatti nel Veneto, 69,2% la media nazionale), l’informazione a bordo (87,6% soddisfatti nel Veneto, 80,5% la media nazionale), il comfort (90,8% nel Veneto, 82,8% la media nazionale). Il Veneto risulta essere la Regione top performer in Italia soprattutto per quanto riguarda la puntualità: 93 treni su 100 giungono in orario, contro il dato medio nazionale del 90,8%. Ma anche le cancellazioni dovute a cause Trenitalia sono nettamente inferiori nel Veneto rispetto al dato nazionale: 0,3% contro lo 0,8% e la bellezza dell’82,4% di cancellazioni in meno in ambito regionale rispetto al 2012. “Sono risultati confortanti – ha sottolineato l’assessore ai trasporti – ma continuiamo a lavorare affinché le percentuali di insoddisfazione diminuiscano ancora, soprattutto per quanto riguarda la puntualità dei treni. Siamo impegnati a migliorare il materiale rotabile, a rendere più sicuri e confortevoli i convogli ma anche, attraverso accordi con Rete Ferroviaria Italiana, a potenziare le infrastrutture, eliminando il maggior numero di passaggi a livello possibili, raddoppiando ed elettrificando alcune importanti linee”. “Noi chiedemmo a Trenitalia di eleggere il Veneto a laboratorio per sperimentare e avviare soluzioni in grado di migliorare i servizi ferroviari – ha concluso il Presidente –, Trenitalia ha accolto questa sfida e i miglioramenti oggi sono evidentemente percepiti. Investiremo ancora di più perché il nostro obiettivo è fare meglio per i nostri 150 mila pendolari che ogni giorno salgono su un treno nel Veneto e continuare a essere i numeri uno per la qualità del servizio”.

Share Button