18/12/2018

Un premio di valenza esemplare da partecipare anche alle giovani generazioni perchè assumendo la sua finalità e i suoi obiettivi possano avere speranza nel futuro
e dare prospettiva a una iniziativa meritoria, che premia l’impegno a favore del prossimo e della comunità.

Il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin alla consegna del Premio Bontà, alla sua diciannovesima edizione, a Udine nel Salone di Palazzo Belgrado, ha così voluto sottolineare il valore dell’iniziativa promossa dalla sezione udinese dell’Unci – Unione nazionale Cavalieri d’Italia, presieduta da Carlo Del Vecchio, per far crescere la cultura della solidarietà.

A ricevere il premio l’ANA-Associazione nazionale Alpini el’AMIL-Associazione mutilati e invalidi del lavoro, due realtà alle quali – ha aggiunto Zanin – il Consiglio regionale guarda
con gratitudine perchè attraverso il loro generoso impegno rendono grande il Friuli e arricchiscono la sua straordinaria tradizione di volontariato, patrimonio prezioso che coinvolge comunità, associazioni, cittadini che credono nella partecipazione quale formidabile strumento di coesione sociale.

Il Gruppo Alpini Gradiscutta di Varmo fa parte della Sezione A.N.A. di Udine che a sua volta è parte integrante dell’Associazione Nazionale Alpini che ha sede a Milano.
Il Gruppo Alpini Gradiscutta di Varmo è stato istituito il 25 settembre del 1960, e fin dalla sua nascita si è sempre impegnato affinchè i principi che contraddistinguono l’Associazione Nazionale Alpini siano condivisi non solo all’interno del gruppo stesso ma portati nella società.


Tra gli obiettivi raggiunti, in particolare, il recupero del sito Grande Guerra Pal Piccolo/Freikofel, avvenuto nell’anno 1997, che ha determinato da parte dell’A.N.A. Nazionale, il conferimento al Gruppo di Gradiscutta del Premio Nazionale Fedeltà alla Montagna. Gli alpini di Gradiscutta di Varmo hanno anche costituito un numeroso gruppo di volontari di Protezione Civile per interventi in zone colpite da alluvioni, terremoti, ecc.-. e si sono particolarmente distinti come organizzatori della la Serata di Beneficenza, che da oltre 27 anni, viene realizzata l’ultimo sabato di agosto.

Nata nel 1992 come raccolta di fondi per l’A.N.A., per la costruzione di un asilo a Rossoch in Russia è poi proseguita con grande entusiasmo e soddisfazione, al fine di porre in essere ulteriori iniziative di solidarietà. Determinante l’intervento del gruppo per l’Associazione “Fabiola Onlus”, nel progetto “Cjase dai Fruts”, ove sono stati ricavati 8 posti giornalieri destinati ai ragazzi con disabilità medio gravi, ai quali vengono affiancate diverse figure professionali. Identica situazione per l’Associazione “Casa Mia Onlus” e altre associazioni che operano nel grande e variegato mondo del volontariato e per il bene della comunità.
Con le varie iniziative di solidarietà, concretizzate in questo ultimo periodo di tempo, che va dal 1992 a tutt’oggi (ventisei anni), sono stati raccolti e devoluti dal Gruppo, oltre 104.000,00 Euro, ai quali si devono aggiungere altri 5.800,00 Euro raccolti, quest’anno che verranno ulteriormente devoluti all’Associazione ”Casa Mia Onlus” .

L’A.N.M.I.C. – Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili è stata fondata a livello Nazionale nel 1956, da Alvido LAMBRILLI. E’ Ente Morale, senza fine di lucro per l’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale, ha per legge il compito di rappresentare e tutelare in Italia gli interessi morali ed economici degli Invalidi Civili.
La sede provinciale di Udine, è stata costituita nel mese di settembre dell’anno 1959 econta circa 2500 iscritti. E’ presente sul territorio provinciale con sedi mandamentali, Tolmezzo, Gemona, Latisana, Cervignano, San Daniele, Cividale, Codroipo, Tricesimo.
Presso l’ANMIC provinciale ha sede anche il Comitato Regionale ANMIC FVG di cui il Dott. Roberto TROVO’ è Presidente Regionale. Inoltre il Presidente TROVO’è componente dell’Osservatorio Nazionale Disabilità presso il Ministero del lavoro.
L’ANMIC Udinese, si propone al servizio della collettività attraverso una segreteria composta da tre prestazioni per l’accoglienza di richieste finalizzate al riconoscimento dell’invalidità civile in primis e di tutte le altre pratiche che conseguono il grado di invalidità.


Tra le delle attività che vengono svolte, consulenza sulle normative di legge, assistenza fiscale, servizio di patronato, assistenza legale, assistenza medico legale, compilazione ed invio telematico domande per riconoscimenti vari, S.O.S. sportello assistenza psicologica. Inoltre il sodalizio espleta un servizio di trasporto disabili.
Con tale impegno l’ANMIC si prefigge di portare aiuto e solidarietà ai soci con difficoltà motorie gravi, nonché alle persone anziane con difficoltà di deambulazione.
Con gli automezzi a disposizione sono anche effettuate ritiro documenti a domicilio per coloro che non possono lasciare l’abitazione. Per l’encomiabile attività svolta verso le persone svantaggiate, il sodalizio nel 2013 ha ricevuto il Premio Melograno D’argento per il sociale – 3° Edizione.

Sono state inoltre consegnate due targhe al merito. La prima al dottor Rodolfo Sbrojavacca (direttore della Soc Medicina d’urgenza-Pronto Soccorso dell’Ospedale di Udine) “Per 20 anni Direttore della Medicina d’Urgenza e Pronto Soccorso del Presidio Ospedaliero-Universitario Santa Maria della Misericordia di Udine, per l’eccezionale opera profusa a vantaggio della salute dei Cittadini distinguendosi per l’impegno, la serietà, l’ingegno professionale ed umano dedicato ai pazienti ed alla formazione dei colleghi giovani.

La seconda targa agli alunni delle cinque classi della Scuola Primaria di Toppo Wasserman “per la loro entusiastica generosità motivata da una grande sensibilità
nel dare aiuto e sostegno ai bimbi che vivono in modo gravemente disagiato in un lontanissimo paese africano – il BENIN.
Al corpo docente per il delicato impegno profuso nel preparare e sensibilizzare
i futuri veri cittadini di un mondo certamente migliore.La scuola primaria di Toppo Wàasserman, raccoglie l’eredità di un Istituto scolastico nato per volontà del Conte Francesco di Toppo Wàsserman alla fine dell’800.
Lo spirito originario ha sempre caratterizzato le scelte didattiche ed educative della scuola coinvolgendo famiglie ed alunni in una serie di percorsi di solidarietà ed impegno civico. In particolare, la scuola da molti anni sostiene le attività dell’associazione di volontariato Amici di Udine, un gruppo missionario laico che collabora con le Suore della Provvidenza nelle loro missioni africane, in particolare con lo stato del BENIN.

 

La cerimonia, alla presenza di numerose autorità, è stata allietata da intermezzi musicali curato dal maestro Gabriele Saro.

 

Share Button

Comments are closed.