23/07/2019

“All’Assemblea delle Regioni europee del Mediterraneo facenti parte del Comitato delle Regioni Ue, tenutasi a Siviglia, il progetto del Friuli Venezia Giulia – UE-PATH-DEV – sulla pesca a favore delle municipalità libiche della costa ha raccolto unanime plauso per la sua eccellenza e la disponibilità a far entrare la nostra regione in una trattativa per la prosecuzione operativa del progetto finanziabile con fondi europei. Siamo risultati credibili nella costruzione della nostra progettazione e per questo ora diventiamo interlocutori privilegiati per le successive azioni”.

Lo affermato il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin che a Siviglia è intervenuto all’Assemblea dell’ARLEM per presentare il progetto FVG e per continuare la virtuosa collaborazione con i sindaci della Libia, avviata – con l’Iniziativa di Nicosia – la scorsa legislatura; Zanin ha anche raccolto l’invito della Commissione europea a presentare in tempi brevi una candidatura a lavorare in modo strutturato con le istituzioni libiche e con le realtà economiche e le associazioni del territorio regionale.

“Si dovrà passare dall’Iniziativa di Nicosia alla strutturazione di un vero e proprio strumento assimilabile al GECT che consenta di gestire gli ingenti fondi per la ricostruzione della Libia – spiega Zanin, che ha incontrato il referente della delegazione UE per la Libia, Stefano Sotgia -. Una partita alla quale il FVG vuole partecipare da protagonista”.

A margine degli incontri dell’ARLEM, Zanin ha invitato il presidente del Comitato delle Regioni, il belga K.H. Lambertz, all’incontro che si terrà a Trieste i prossimi 2 e 3 aprile per la conclusione della prima fase del progetto e l’avvio della seconda fase che mira a creare una filiera imprenditoriale tra FVG e Libia, finalizzata alla commercializzazione del pescato con ingresso nel punto ispettivo frontaliero (PIF) presso l’aeroporto di Ronchi.

Share Button

Comments are closed.