20/02/2018

La società Ferrovie Udine Cividale srl chiude il bilancio 2014 con un utile di 92.964 euro, in miglioramento significativo rispetto all’anno precedente. Nessun problema, quindi, da parte della Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia ad approvarlo su proposta dell’assessore Mariagrazia Santoro.

“La società regionale ha avuto ottimi riscontri soprattutto sui servizi passeggeri nella tratta Udine-Cividale e sulla Udine-Villaco con il treno transfrontaliero Mi.Co.Tra Miglioramento dei Collegamenti Transfrontalieri – commenta l’assessore Santoro – dimostrando l’apprezzamento dell’utenza per il trasporto ferroviario incentivato in particolare dalla

possibilità di scambio intermodale treno – bici che si è rivelato uno dei punti attrattivi del servizio”.

MI.CO.TRA INCREMENTA DEL 17 P.C. I PASSEGGERI

nel confronto tra 2013 e 2014 risultano incrementi del 17 p.c. dei passeggeri sul treno transfrontaliero Mi.Co.Tra, del 10 p.c. nel trasporto bici sempre con il Mi.Co.Tra; dell’1 p.c. dei passeggeri sulla tratta Udine-Cividale e del 30 p.c. del traffico merci.

QUASI 7000 BICI TRASPORTATE

Grazie anche alla promozione integrata dell’utilizzo della ciclovia Alpe – Adria, il trasporto biciclette ha trovato il favore dei cicloturisti provenienti dal Centro e Nord Europa, tanto che le bici trasportate sulla tratta transnazionale

(Udine-Villach HBF) sono state quasi 7000.

E IL 2015 INIZIA BENE

Anche i dati di inizio 2015 sono confortanti, infatti sulla Udine – Villach, nel periodo gennaio-maggio 2015 i passeggeri trasportati sono stati 25.914, mentre le bici 1237, con un aumento del 2,7 p.c. per quanto riguarda le persone e del 27,4 p.c. delle bici rispetto all’analogo periodo del 2014.

NEL SETTORE MERCI PIU’ 30 P.C.

Nel settore cargo, FUC ha puntato, in questa fase di crisi industriale, all’incremento della qualità e dell’operatività con la certificazione alla circolabilità dei due mezzi “DE 520″ e la loro relativa messa sul mercato, all’ulteriore estensione del Certificato di Sicurezza ai nuovi mezzi di trazione e l’utilizzo dei 52 carri-pianale, una parte dei quali in opera al Porto di

Trieste per il trasporto di merci containerizzate.

I PROGETTI DI FUC

Nel corso del 2015 la Società prevede di iniziare i lavori relativi al progetto di sicurezza SCMT sulla linea sociale, del valore superiore agli 8 milioni di euro, di rafforzare la fornitura di servizi completi di trazione con origine e/o destinazione Friuli Venezia Giulia e migliorare la gestione dello scalo ferroviario di Bottenicco a servizio delle aziende della zona industriale di Cividale. Inoltre, sta predisponendo le procedure e il progetto industriale per candidarsi a effettuare le manovre ferroviarie a Trieste CM e al Porto a Trieste.

Share Button