21/01/2018

La disponibilità della giunta regionale a riaprire il pronto soccorso pediatrico a Latisana sulle 24 ore e 7 giorni su 7, ha fatto suonare la carica per Gorizia al leader e al segretario del movimento politico Autonomia Responsabile, rispettivmente Renzo Tondo e Fabrizio Oreti, che hanno presentato una mozione in giunta al riguardo. Mentre per Latisana con 13 mila abitanti la regione si dichiara disponibile, non dimoastra altrettanta disponibilità per Gorizia ( 35 mila abitanti circa ) che richiede il servizio da due anni senza essere mai stata presa in considerazione.

Gorizia, per l’ennesima volta, si sente presa per il naso – Tuona Oreti in una nota – considerata poi la risposta dell’assessore alla sanità Telesca che ha affermato di non poter riaprire pediatria sulle 24 ore per carenza di pediatri. Questa risposta non può essere ne plausibile ne accettabile considerato che stiamo parlando della stessa azienda sanitaria, la numero 2, pertanto, se i pediatri ci sono si mettono a disposizione di tutte le aziende e non soltanto a favore di una.

la giunta regionale ancora una volta sta cercando di tutelare un comune di sinistra (Latisana) a dispetto di uno di centro destra (Gorizia)- afferma Tondo. Il servizio pediatria nel capoluogo isontino – argomenta il leader di AR – è attivo solo fino alle 18 dal lunedì al venerdì, mentre nei week end il servizio è addirittura sospeso. E’ paradossale che non è presente nemmeno una ambulanza dedicata ai bambini. I familiari sono costretti con i mezzi propri a trasportare i piccoli presso gli ospedali di Monfalcone o Palmanova. Una situazione irragionevole se si pensa che non tutti i nuclei familiari al momento del bisogno possono disporre di autovettura per trasportare in proprio il piccolo paziente.

“La questione ha provocato una sommossa non solo politica nel capoluogo Isontino – sottolinea Tondo – visto che tante famiglie si sono sentite abbandonate dalla regione. Questi motivi mi hanno portato a presentare una mozione in consiglio regionale per chiedere alla giunta di garantire il pronto soccorso pediatrico a Gorizia 7 giorni su 7 e sulle 24 ore”.

Il diritto di salute, soprattutto per le fasce deboli, – sottolinea Tondo- deve essere una priorità della politica al di là delle preferenze partitiche, che garantisca equità di trattamento.

Share Button