25/11/2017

“Il mio mandato è giunto al termine e resto al servizio del Fvg con un ruolo nazionale. Mi metto a disposizione del mio partito per le elezioni politiche e vorrei essere candidata in Friuli Venezia Giulia. Ho avuto l’onore di essere presidente di una regione meravigliosa e nei prossimi anni credo di poter essere utile al Fvg in un ruolo diverso”. E’ con queste parole che la presidente della Regione e componente della segreteria nazionale del Pd, a Udine, ha annunciato la sua decisione di non ricandidarsi alla presidenza della Regione. Lo ha fatto durante il suo intervento in Assemblea regionale, che si è svolta nella sede del Pd di Udine.

IMG_1443 (Small)

Serracchiani ha fatto una carrellata delle riforme realizzate in questi anni con scelte decise e innovative sulle partecipate, da Mediocredito a Friulia, e sulle infrastrutture, dagli interporti ai porti, allo scalo di Ronchi dei Legionari alla terza corsia della A4, solo per citare alcuni esempi. E poi sui costi della politica, sul sostegno alle fragilità, sui progetti europei. Oggi il Fvg è in salute, stiamo meglio rispetto a cinque anni fa, con meno disoccupazione, un rating più alto, conti in ordine, un ruolo strategico in Italia e in Europa. Ho accettato il doppio ruolo – ha aggiunto – che è servito per avere quella visibilità e quel ruolo che diversamente il Fvg non avrebbe avuto. Non nascondo le criticità di riforme profonde e difficili, ma necessarie. A quanti da sinistra dicono di non volere alleanze con il Pd dico di leggere bene la legge elettorale, che pone soglie di sbarramento importanti. Molte delle richieste della sinistra sono già dati di fatto in Fvg, quindi mi auguro che la sinistra agisca in modo autonomo, senza seguire le linee nazionali”.

IMG_1472 (Small)

Secondo Antonella Grim “ Abbiamo cambiato il volto del Fvg e continueremo a farlo; da qui ribadiamo la nostra disponibilità a costruire una coalizione ci centrosinistra ampia. Ci rivolgiamo in primis a quanti hanno governato con noi in questi anni e a tutti coloro che non vogliono lasciare il Fvg nella mani della destra. Il nostro non è un partito leaderistico. saremo in grado di mettere a fattor comune le migliori forze del nostro partito per dare al Fvg altri cinque anni di governo coraggioso, durante i quali continuare il lavoro fatto, rimodulare e integrare, correggere laddove necessario”.

IMG_1469 (Small)

Tra gli interventi quello del vicepresidente della Regione Sergio Bolzonello, che si è messo a disposizione del partito: “Serve unità di programmi e di valori. Serve un nuovo modello sociale, che parta da scuola e lavoro, da declinare assieme. E’ necessario – ha detto Bolzonello – un progetto aggregante basato su valori condivisi”.

IMG_1521 (Small)

Il capogruppo alla Camera Ettore Rosato: “ Oggi il clima interno ed esterno al partito è decisamente migliore di quello delle passate elezioni regionali, quindi guardiamo con ottimismo alle prossime sfide. Dobbiamo essere orgogliosi di quanto fatto. Oggi Sergio Bolzonello si è messo a disposizione e credo che questa disponibilità vada accolta”.

L’Assemblea ha poi approvato il regolamento per le primarie, accogliendo un emendamento per estendere fino al 25 novembre il termine per la presentazione di eventuali candidature, fissando al 3 dicembre la data per eventuali primarie.

LE FOTO A CORREDO DELL’ARTICOLO SONO DI  MARCO ZANELLA

Share Button