20/08/2018

Da venerdì 27 aprile, con qualche giorno d’anticipo sul previsto, si possono vedere diversi canali Mediaset premium sulla piattaforma satellitare di Sky Italia. L’Importante accordo tra Mediaset e Sky Italia del 30 marzo scorso, prevede benefici per entrambe le società. I canali di cinema e serie tv di Premium saranno visibili anche per tutti i clienti della piattaforma satellitare Sky Italia, generando un aumento dell’audience con ripercussioni positive sui ricavi pubblicitari Mediaset. Dall’altro canto Sky Italia incrementa l’offerta di contenuti di qualità ai propri abbonati.

Si parla inoltre di un possibile ritorno di Rete 4, Canale 5 e Italia 1 ai numeri 104, 105 e 106 di Sky. Canali eliminati a settembre 2015 per il mancato l’accordo sui diritti di ritrasmissione. Non si tratta di un’acquisizione da parte dell’uno o dell’altro, ma di un simpatico progetto per ampliare scambievolmente le offerte. Siglato un duplice grande accordo che pone le basi per una rivoluzione per gli spettatori.

Inizia Sky a proporre ben nove canali del bouquet premium via satellite: cinque canali cinema sono già partiti e a momenti altri quattro canali dedicati alle serie TV, saranno disponibili anche per gli abbonati Sky (nei rispettivi pacchetti Cinema e Famiglia) senza costi aggiuntivi.

Per il Cinema ci sono: Premium Cinema (anteprime e blockbuster); Premium Cinema +24 (in differita un giorno dopo); Premium Cinema Energy (azione, brivido e horror); Premium Cinema Emotion (commedie romantiche); Premium Cinema Comedy (commedie da ridere).

Gli abbonati al pacchetto Famiglia potranno invece seguire le serie in onda sui seguenti canali: Premium Action (serie d’azione, supereroi, fantasy e sci-fi); Premium Crime (serie poliziesche e “legal”); Premium Joi (serie su medici, romantiche e drammi familiari); Premium Stories (commedie e sit-com). Sky sottolinea inoltre che tutti i film e le serie tv saranno disponibili anche on demand.

La seconda parte dell’accordo ha invece come oggetto la distribuzione di contenuti sulla piattaforma digitale terrestre. Sky affitterà banda sui multiplex gestiti dalla società Ei Towers del Gruppo Mediaset per distribuire direttamente una sua offerta a pagamento pensata appositamente per il digitale terrestre. La pay TV Sky sul digitale partirà solo il primo giugno 2018 e comprenderà una selezione dei canali Sky e Fox oltre ai 9 canali targati Mediaset (gli stessi del satellite). Sky sarà quindi disponibile su tutte le piattaforme: satellite, digitale terrestre e internet. Il catalogo cinema viene potenziato grazie alla possibilità di pescare dai cataloghi di Warner e Universal. Mediaset amplierà invece le sue possibilità in qualità di editore.

Dopo il lancio di Sky Q (un ricevitore che consente di vedere contemporaneamente diversi canali su più televisori tramite rete wireless), l’annuncio della partnership con Netflix e ora sembra siano in corso trattative per Amazon Prime Video, questo accordo conferma la determinazione di Sky per offrire la miglior esperienza televisiva possibile agli italiani. Per chi invece non ha ancora la parabola da cliente Sky, grazie a questa partnership, avrà maggiore libertà di scelta con la PayTV, lanciando a giugno una offerta pensata per il digitale terrestre.

Al momento lo sport rimane escluso da qualsiasi accordo di condivisione. Si potrà aggiungere un pacchetto dedicato con una selezione dei grandi eventi di Sky in HD. Del resto con i costi dei diritti pagati o da pagare per le esclusive, non sarà facile. Insieme però potranno pensare di affrontarsi con le emittenti straniere (vedi la spagnola MediaPro e la serie A di calcio italiano). Per sapere come andrà a finire, non ci resta che guardare… la TV.

Marco Mascioli

Share Button

Comments are closed.